[EXPRESSO] La Stirpe Del Male

la stirpe del male locandina

Perdere tempo. Il motivo per cui l’entertaiment esiste è proprio quello, perdere tempo. Ma direi che è il caso di precisare, perchè se vedo un film, sottintendo che lo faccio per divertirmi, intrattenermi appunto.
Non la devono pensare così registi e produttori che decidono è appropriato rilasciare nel mondo film come La Stirpe Del Male, che tecnicamente è un horror ma l’unica emozione che vi susciterà è narcolessia profonda, sfiorando il coma e sfidando la vostra pazienza.

Prima di apostrofare pesantemente questo… film, parliamo della premessa.
Una coppia in procinto di sposarsi viene convinta amichevolmente da un autista di taxi a venire in un posto speciale, ovvero una discoteca dentro una grotta. Solo che, ad insaputa della coppia, un simpatico gruppo di satanisti ha compiuto un rito sulla donna, che si ritrova improvvisamente incinta dell’Anticristo ed incomincia ad avere crisi che escalano in poteri demoniaco-psichici ed altre cazzate. Vi spoilero il tutto per evitarvi la sofferenza di vedere il film e scoprire che succede, non ringraziatemi.
Ed il tutto è girato in stile “telecamera a braccio/found footage”, uno dei modi più pezzenti, pigri e privi di immaginazione per girare un film, il tutto coniugato al sapore ”Paranormal Activity”, cioè mostrare noiosa gente farsi i cazzi propri, con una qualità video da filmino casalingo. Un’ora e venti minuti di noiosissimo filler in un film di un’ora e mezzo, succede qualcosa che vi sveglia dalle braccia di morfeo, ma è quasi tutto negli ultimi 10 minuti, troppo poco, troppo tardi.

Mi arrabbierei di più con questo film se ci fosse qualcosa su cui arrabbiarsi, perchè La Stirpe Del Male è un buco nero di nulla assoluto, un’ora e mezzo di noia comatosa priva di redenzione o valore intrinseco, che si prende il vostro tempo e non vi dà assolutamente nulla.

fondo di caffè icona

[EXPRESSO] Pokèmon Shuffle

pokemon shuffle

Sviluppato da Genius Sonority, Pokèmon Shuffle è un puzzle game del tipo “allinea 3 o più figure spostandole con altre”, solo con meno restrizioni su cosa potete spostare, un numero limitato di mosse per vincere e caratteristiche prese dalla serie principale come i tipi e le loro relazioni di debolezza/resistenza reciproca, con tanto di mega-evoluzione, ed ovviamente la possibilità di catturare i vari mostriciattoli, che possono avere abilità varie, salire di livello ed essere inseriti in un team di massimo 4 pokèmon, che influenza quali tessere appariranno nella schermata di gioco.

Sarebbe un puzzle game carino e potenzialmente addittivo, ma quest’ultima cosa va a detrimento del titolo per via del modello free-to-play adottato.
Questo non è il primo titolo rilasciato dalla Nintendo in questo formato (va ricordato Steel Diver: Sub Wars, anche perchè probabilmente non sapevate manco esistesse), ma è il primo ad adottare la fottutissima formula freemium da titolaccio da smartphone, che anche se non sono ridicole come in Dungeon Keeper Mobile o Candy Crush, sono comunque più che despicabili, per metterla in maniera gentile.

Il problema principale è che giocare una partita costa 1 cuore, i quali si rigenerano uno ogni 30 minuti, e considerate che ogni livello dura neanche un minuto a volte. Ed ovviamente dopo un inizio in cui il gioco vi regala un po’ dei vari oggetti/valute, gli rende rari e vi assalta cercando in ogni bieco modo di spingervi a pagare veri soldi, questo o grinding e ore d’attesa (magari per grindare).

Mi dispiace dirlo, ma vedere queste schifose pratiche da titolacci da cellulare su 3DS è una cosa orripilante, il gioco in sé è carino ma avrei preferito pagarlo 5 euro ed averlo tutto invece di sta merda del freemium. Spero vivamente sia un caso isolato di melma da smarthphone su console, Nintendo.

P.S.: A quanto ho capito il gioco sarebbe pure poco più di un reskin di Pokèmon: Link Battle (altrimenti noto come Battle Trozei, seguito a sua volta di Pokèmon Link/Trozei per il Nintendo DS, ai quali non ho giocato), uscito anche questo come titolo scaricabile per 3DS. Meraviglioso.

americano icona

The Weakly Hobbyt #183

The Weakly Hobbyt #183

Da settimane nel settore filmico, in particolare tra fan Marvel, si parla solo di una grande notizia: Spider-Man é tornato alla casa delle idee. E per quanto questa frase, detta cosí, non é proprio veritiera al 100%, é vero che Spider-Man, con grandi probabilitá, sbarcherá nell’Universo Cinematico Marvel.
Di film sui supereoi ne abbiamo parlato in abbondante dose la settimana scorsa, e continueremo a parlarne questa e la prossima settimana, con recensioni di roba vecchia e nuova. Questa settimana ci accompagna Captain America, settimana prossima una sua cara amica. Ma ogni cosa a tempo debito. In aggiunta abbiamo Kingsman, altro film che si può associare alla Marvel. Poi Dream Trigger 3D e la serie TV Constantine. Buona lettura! =)

Leggi il seguito di questo post »

[EXPRESSO] Mario & Yoshi

Mario & Yoshi cover

La Nintendo ha proposto, tra le altre cose, molti puzzle game degni di nota, come la serie Panel De Pon (meglio nota qui come Puzzle League e spesso riproposta sotto il logo Pokèmon) o la stessa di Dr. Mario, un amata variazione sul classico Tetris.

Mario & Yoshi non è uno di questi. Noto anche come Yoshi’s Egg o semplicemente Yoshi, questo titolo graziò i NES e Game Boy nel “lontano” 1991, e fu il primo (ma non l’ultimo) puzzle game legato a Yoshi. Ma anche sapendo questo, sono contento di averlo pagato 30 centesimi come titolo Virtual Console Wii U per il 30° anniversario del NES/Famicom, perchè anche in prospettiva a 5 euro l’avrei sovrapagato, giusto un po’.

Mario & Yoshi non copia spudoratamente Tetris o Puyo Pop, sia chiaro, in quanto ne offre una variante che vede 4 colonne di nemici che cadono dal basso verso l’alto a prescindere, e voi potete scambiare una colonna con un’altra per fare in modo che un nemico cada su un’altro uguale e scompaiano entrambi, il tutto evitando che una colonna si riempia troppo, altrimenti è game over. Ed a parte il poter creare combo di nemici usando le parti superiori ed inferiori di uovo per chiuderlo, è tutto qua. Il problema non è tanto la semplicità, è che il fattore fortuna pesa troppo sul gameplay, e questo di per sé stufa dopo poco, anche alzando il ritmo di gioco.
Inutile commentare le opzioni e modalità, sono le tipiche di puzzle game per NES (due modalità, ritmo di gioco e BGM cambiabile, competitiva per 2 giocatori), nulla di particolare davvero.
Non è il puzzle game peggiore del mondo, è un vecchio puzzle game mediocre che poteva anche rimanere nel passato, non è orripilante ma è senza infamia e senza lode, dimenticabile. Meh.

americano icona

[EXPRESSO] Selma: La Strada Per La Libertà

selma locandina

Il 2015 si prospetta come l’anno delle biopic, visto che solo il mese scorso abbiamo visto The Imitation Game e La Teoria Del Tutto, ed ora Selma: La Strada Per La Libertà, sulla figura di Marthin Luther King Jr. e nello specifico di come organizzò la marcia non-violenta verso la città di Selma, battendosi in maniera pacifica per il diritto di voto dei negri in un’america non ancora libera del tutto dalla segregazione.

Questo è il tipo di film che già immagino sia stato accusato di essere l’ennesimo film pensato più che altro per far acchiappare qualche oscar o nomination ai suoi attori, ed se non altro gli elementi da “cumshot della giuria degli Oscar” ci sono: è sulla storia americana, è sulla tema del razzismo ed è su una figura a dir poco importante ed ispiratoria per la storia degli U.S.A, ed è pieno di grandi discorsi. Ma secondo me è stupido sia idolatrare questo tipo di cinema che odiarlo o condannarlo per “malriposta ambizione”, quindi parliamo di com’è.

Ed onestamente Selma è esattamente quello che mi aspettavo, è una biopic hollywoodiana abbastanza tradizionale, ed è superfluo commentare intreccio o trama, anche perchè non conosco la storia americana nel dettaglio da poter dire se la scelta degli eventi o personaggi qui rappresentati fosse la migliore o meno. Quindi il tutto sta in un’ottima produzione, un buon cast e soprattutto una buona esecuzione, e Selma riesce in questo, con buoni attori, ed una narrazione efficace anche se un pizzico troppo tradizionale (oltre alle didascalie finali che parlano dei vari personaggi ce ne sono pure altre stile rapporto che scandiscono alcune scene), e scene madri che vi aspettate ma sono comunque efficaci.
Buon film che forse ripete concetti ormai ovvi, scontati oggi, ma in questo caso penso meritino di essere ribaditi.

expresso icona

The Weakly Hobbyt 182

The Weakly Hobbyt #182

Domenica colma di superhero movies, tradizionali e non, con la recensione del recentissimo Birdman, Ironman (2) e Fetishman, ma non preoccupatevi, c’è sempre spazio per i videogames in questo corposo Weakly Hobbyt, con le recensioni di Xeodrifter e, e subito ci congediamo, ci sono ancora molti coriandoli e stelle filanti da ripulire in questa domenica. Buona lettura!
Leggi il seguito di questo post »

New Nintendo 3DS [RECENSIONE]

New Nintendo 3DS

Conoscendo la Nintendo e la sua storia nel campo delle console portatili, dopo aver posseduto per qualche anno il Nintendo 3DS originale (la versione “vanilla”, come si dice in gergo) ho deciso di saltare le varie revisioni intermedie perchè sapevo che questa sarebbe eventualmente arrivata, ed infatti eccoci a parlare del New! Nintendo 3DS, disponibile in versione normale e XL.

La mia recensione è della versione normale, non la XL, e ribadisco che farò paragoni solo con la versione originale del 3DS perchè ho avuto modo di provare a lungo solo quella (possedendola).

Leggi il seguito di questo post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 50 follower