Tatsunoko Vs Capcom: When Two Worlds Collide

Ebbene, eccomi qui a riprendere le redini del locale da dove aveva chiuso il mio collega la scorsa volta.

Cosa posso servirvi oggi per solleticarvi il palato, se non una sugosa anteprima del recente Tatsunoko Vs Capcom, sbarcato dopo un anno nel vecchio continente con il sottotiolo “Ultimate All-Star”?

Per chi come il sottoscritto, i picchiaduro 2D incarnano il vero spirito dei beat ‘em up, vedere di nuovo capcom rispolverare la sua Vs Series, non può che essere fonte di giubilo e gaudio. D’altronde la casa produttrice giapponese, prima di Resident Evil e Devil May Cry, è diventata famosa per la serie Street Fighter, specialmente con il secondo capitolo, tutt’oggi sinonimo del genere stesso.

Oltre gli illustri natali della serie tuttavia, a galvanizzare l’utente, ci pensa un nutrito rooster che vede scendere in campo a fianco agli eroi made in Capcom, gli eroi dei mitici cartoni animati Tatsunoko, una vera e propria istituzione negli anni 70/80. Certo, a molti di voi questo nome risulterà misconosciuto, perchè come la maggior parte delle cose belle, nel bel paese non sempre vengono accolte come si deve. Tranne Yatterman trasmesso su rete 4 nell’83, gli altri sono tutti stati trasmessi da reti locali sconosciute (ricordo videolina e Sardegna1), mentre altri non sono neppure arrivati. Ma facciamo un po’ di nomi giusto per rinfrescare le menti.

Stiamo parlando di: Yatterman 1 e Miss Doronjo dell’omonima seria, Casshan o Kyashan il ragazzo androide (Neo-Human Casshern), Ken il falco e Jane il cigno della battaglia dei pianeti (Science Ninja team Gatchaman), Hurricane Polimar (Hurricane Polymar),il cavaliere dello spazio Tekkaman.

Più altre perle inedite in Italia come Ippatsuman, Karas e Gold Lightan.

Purtroppo dalla versione Europea, per motivi di copyright è rimasto escluso il Mago Pancione Etcì (Hakushon Daimaō), forse il personaggio più scanzonato del gruppo, sostituito da Joe il Condor, Yatterman 2 e Tekkman Blade.

A tenere alto l’orgoglio Capcom invece troviamo delle vere e proprie leggende del Calibro di Ryu, Chun Lee e Alex proveniente dagli episodi dall I al III di Street Fighter, Morrigan da Dark Stalker e Batsu di Rival Shcool che affiancano neofiti del genere come Megaman Vollnut e Roll dei vari episodi di Megaman, Soki da Onimusha: Dawn of Dreams, l’irresistibile Viewtiful Joe, la sconosciuta Saki protagonista di uno strano dating/quiz Game Jappo e l’enorme PTX dal novello Lost Planet Extreme Condition.

Appositamente per Ultimate All Star, sono stati introdotti anche l’esilarante Frank West da Dead Rising e Zero da Megaman X

Arrivati a questo punto potrei ammorbarvi con la solita recensione che analizza modalità, sistema di controllo, impianto audio/video e quant’altro, ma per quello ci sono centinaia di testate specializzate pronte a fornirvi meri dati e pretesti per comprare o meno il gioco. Quello che voglio darvi io è un parere strettamente personale e soggettivo sui personaggi, ed è per questo spero, ce vi siete seduti al bancone di Checkpoint.

Il primo impatto con la schermata dei personaggi è in effetti un po’ spiazzante, volti noti o meno, illustri presenze, ma anche grandi assenze (Sir Arthur di Ghosts ‘n Goblins?) e scelte discutibili (perchè megaman Vollnut e non X o EXE di gran lunga più apprezzati? Era proprio necessario mettere tre del team Gatchaman?). Come se non bastasse, a tormentare ulteriormente il giocatore ci si mette anche il solito dubbio: e se il mio personaggio preferito ha uno stile di combattimento con il quale non mi trovo bene?

Dal canto mio, posso riportare una tremenda esperienza, dopo essermi fiondato senza ripensamento su Viewtiful Joe  e Yatterman, ho scoperto con grande elusione (e dolorosi calci in faccia) che il primo ha delgi arti minuscoli comparati al resto del cast, che si tramuta in un range penoso, e sebbene la piccola stazza controbilancia quest’assenza di range, all’inizio è stato problematico. Lo stesso non vi dico come ci sono rimasto male una volta scoperto che il bruttissimo Tekkaman  è più versatile dello splendido Tekkaman Blade

Il secondo non sipuò vedere, ha l’arcobaleno della pace nel petto, gli speroni da cowboy e un elmo da cavaliere, un personaggio all’insegna della globalizzazione.

Come ormai non credo neanche così di sicuro di volermi buttare su Zero, visto la legnosità con la quale si muove.

Di Yatterman invece ho apprezzato molto il Range, grazie alla sua arma, un Kendama, è in grado di colpire molto velocemente e a distanza. Se solo ogni tanto la smettessi d sprecare la barra Hyper per richiamare quell’inutile e prevedibile Yatterwan.

Continuando la rassegna ho trovato particolarmente efficace, nonchè molto carismatico Casshan, molto solido e in grado di colpire duro e di farsi aiutare dal suo cane Friender.

Non mi esprimo su Kenthe Eagle e Ryu, in quanto rappresentanti dei classici personaggi “medi”, buoni a tutto ma senza eccellere in niente. Discorso opposto invece per i due pesi massimi, Gold Lightan e PTX, in quanto la possibilità di essere accompagnati gli preclude gran parte delle tattiche che caratterizza gli altri personaggi. Vale il classico detto, più sono grandi, più rumore fanno quando cadono.

Tra l’altro, per questione di estetica, credo non mi avvicinerò mai a manzi del calibro di Alex, preferendo di gran lunga personaggi più sexy come Doronjo e Morrigan, la prima soprattutto,aiutata da Tonzura e Boyacky, che se usata sapientemente risulta essere particolarmente fastidiosa per la marea di cose che riesce a fare contemporaneamente.

Ovviamente queste sono tutte impressioni a caldo, in quanto, essendo il sistema di gioco molto profondo, c’è parecchio da imparare. Dall’utilizzo di tre colpi di intensità crescente e uno per l’assist infatti scaturisce tutta una serie di tecniche più o meno avanzate, dalle classiche Special e Hyper, passando a cose più complesse come la Baroque Combo che permette di utilizzare una parte dell’energia di riserva per resettare una combo “leggera-medio-forte”(L-M-H) e riavviarla in modo da poter aumentare il danno inflitto. Contando che bisogna imparare anche Arial Rave e Advance Guarding il tutto moltiplicato per2 perchè eseguibili anche in Cross Over, si ottiene una varietà di situazioni che difficilmente verranno alla nausea, considerando che il gioco conta 26 lottatori, liberamente accoppiabili tra loro(tranne i due giganti di cui sopra).

Trovare i propri beniamini, possibilmente che si adattino al poprio stile, imparare a conoscere le loro tecniche speciali, saper eseguire quelle standard e sopratutto capire quando attaccare, difendersi, o cambiare è la vera natura del gioco, che trova nel multyplayer la sua ragion d’essere (oltretutto grazie alla Wi-Fi connection è possibile sfidare amici e il mondo, il tutto tenendo costantemente aggiornato un Ranking mondiale), e nonostante sia un titoloper certi versi “scanzonato”, risulta apprezzabile veramente solo da chi cerca la vera competizione dietro ogni sfida, un po” come un novello Ryu.

Detto questo, spero di ricevere presto sfide, pareri, consigli o critiche per aver stroncato i vostri preferiti e quant’altro.

READY…FIGHT!

8 Risposte to “Tatsunoko Vs Capcom: When Two Worlds Collide”

  1. Dunther Says:

    Non credevo che mi avresti preso in parola così presto, anche se questa non è propriamente una recensione 😀
    Ci sono un bel po’ di personaggi che vorrei provare, come VJ, Morrigan e Zero; probabilmente sarà dura, ma cercherò di puntare sull’estetica anche qui quando dovrò scegliere il mio personaggio…chissà quando 😀 .
    Enjoy your fight Wani 😛

    PS: “When Two Worlds Collide”

  2. wanicola Says:

    mah, recensioni ne leggi in ogni dove, quello che voglio esporre io, sono esperienze di vita giocata!

  3. wanicola Says:

    madonna non ce la posso fare, sono troppo schiappa XD
    ora dovrebbe andare bene.
    Inspiegabilmente, mi sto trovando bene con Soki, e che un Samurai con quel taglio di capelli, è poco credibile 😡

  4. Wise Yuri Says:

    Sinceramente, non saprei cosa dire, non ho mai giocato a Marvel Vs Capcom o altri picchiaduro cross-over (se si esclude la serie di Smash Bros.), però quello che posso dire è che il Wii aveva bisogno di un bel picchiaduro 2D, su XBLA e PSN tra porting, remake, remix, la scelta non manca. (e a breve dovrebbe arrivare da noi BlazBlue, che pare essere davvero niente male)
    Sinceramente mi aspettavo un roster più corposo, ma se questo significa avere personaggi più equilibrati invece di averne tipo 40, di cui la maggior parte disutili, ben venga.
    Ah, ma i comandi come sono implementati, tocca andare di controller GC o va alla grande anche con il controller normale?

  5. wanicola Says:

    io sto usando il classic controller Pro, ma anche quello normale o il pad GC vanno benissimo, l’importante è evitare telecomando, o telecomando più nunchaku, in qanto poi i tsti diventano simi a smash, per fare la hyper lv3 esempio bisogna fare > + tasto hyper °-°
    Per il discorso del rooster, se pensi che devi anche fare un team, le possibilità si moltiplicano esponezialmente.
    Ryu chun li, ryu, alex, ryu batsu e così via.
    Sempre meglio di tekken, dove hai 40 pg, di cui solo dieci fatti bene

  6. Celebandùne Gwathelen Says:

    Ho avuto la possibilità di giocare Tatsunoko vs. CapCom alla GamesCom quest’estate e devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso, per quanto io abbia potuto giocare solo poco.
    La grafica era bella da vedere, riprendeva lo stile di Street Fighter VI da quel poco che ho visto, e gli effetti speciali su schermo erano una miriade.

    Poi io e mio fratello abbiamo giocato con gli stick forniti da CapCom stessa, che dire, controllo perfetto, anche se c’è da abituarsi.

    Una volta che sarò tornato al passo coi tempi in fatto videogiochi (sto ancora bazzicando nei Cerchi di Pandore di God of War e nelle lande dei Reami Perduti di Baldur’s Gate), vedrò di recuperarlo insieme a Mario Bros. Wii e Zelda! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: