Activision wants your money

Ultimamente mi capita sempre più spesso di infrangere sempre più spesso la barriera che relega il videogioco alla parte “giocosa” appunto, per sconfinare in tutta una serie di argomenti derivativi ad esso connesso.

Che si tratti di un’indagine sugli scandali relative al mondo della critica o di quelli relative alle software house, ormai l’industria dell’intrattenimento è decisamente più orientata verso la prima, che non verso a seconda.

A riprova di ciò abbiamo una velenosissima critica da parte di Tim Schafer (Monkey Island, Grim Fandango, Psychonauts nonchè idolo personale di Dunther) che in un’intervista a Eurogamer, ha commentato così la politica aziendale di Activision (distributori del suo ultimo lavoro Brutal legends):

“Quello che preoccupa maggiormente Kotick non è la qualità dei videogiochi che produce, ma cosa ne pensano gli azionisti. In un industria fatta di creatività ed emozioni non si possono escludere totalmente le nuove idee per la logica del denaro. Non siamo una fabbrica  di saponette, in cui la politica del risparmio attuata da Kotick può avere un senso. L’industria videoludica ha bisogno fondarsi sulle idee. Visto che gli azionisti sono molto soddisfatti della saga di Call of Duty, solo perchè è un brand forte e macina soldi ad ogni uscita, per Kotick è giusto spremere il concept per creare tanti giochi tutti uguali, per poi cestinare tutto una volta che il marchio avrà esaurito tutte le risorse. Non si può pensare di basare le scelte di una compagnia solo sui profitti, abbandonando completamente l’innovazione e il rischio per qualcosa di nuovo. Per questo consiglio a Kotick di diventare il dirigente di un’altro tipo di industria, dove si possono fare soldi con maggiore facilità, magari quella bellica!”

Parole mica leggere quelle di Schafernei confronti di Kotick, presidente di Activision.

Ora considerando questo episodio sotto una visione più ampia che comprende gli screzi tra Activision e Infinity Ward (Call of Duty Modern Warfare) affinché continuassero a sviluppare vari CoD, la fusione con la Blizzard (Warcraft, Diablo) che ha portato a un aumento delle caratteristiche a pagamento, che desolante panorama otteniamo?

Uno non molto dissimile da quello politico italiano.

2 Risposte to “Activision wants your money”

  1. Dunther Says:

    Davvero interessante, le parole di Tim Schafer sono quelle di un game designer cresciuto in un’epoca in cui erano le idee a contare sul serio.
    Recentemente sto giocando il remake di Monkey Island 2, che tra le aggiunte può vantare di un commento degli sviluppatori (Schafer, Gilbert, Grossman) attivabile in alcune zone, con il quale descrivono un po’ la storia di quel determinato frammento di gioco, non di rado sconfinando in discussioni più personali. Un ottimo esempio, è rappresentato da un enigma in particolare, e diceva più o meno così “Ehi ricordi quando qui c’era scritto solo ? Erano altri tempi, potevamo prenderci tutto il tempo che ci serviva. Credo che l’introduzione del doppiaggio abbia un po’ rovinato il processo creativo, perché ora c’è sempre una scadenza precisa da rispettare.”
    Sono abbastanza sicuro che fosse Schafer a parlare, ma comunque sia, non posso che condividere il suo pensiero, ed ovviamente non solo perché è uno dei miei idoli 😀 .

  2. Celebandùne Gwathelen Says:

    Effettivamente ci è andato giù pesante, e dubito che uno come lui spari sentenze a cavolo.

    Purtroppo ha ragione, siamo entrati in un mondo di seguiti e spin-off, e franchise nuovi e freschi sono più un’eccezione che altro.

    Per poi non parlare del concetto dell’esaurire un franchise, call of duty sicuramente farà quella fine, stessa fine che stanno facendo IMO i vari Guitar Hero e Rock Band, come i giochi sui LEGO.

    Sui DLC non mi esprimo, ne ho provati nessuno, e anche se il concetto stesso non mi piace al 100%, non so quanto sia valido nel processo di sviluppo/vendita.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: