E3 2012 Part 3 (Considerazioni Finali)

Hola e ri-benvenuti, quello di oggi è l’ultimo articolo a tema E3 2012, in cui vi snoccioleremo le nostre impressioni a freddo sull’evento, tra conferenze ed annunci.   Sedetevi, prendete un caffè (o un amaro, fate voi) e buona lettura. 🙂

Opinione Finale: Wise Yuri.

Sebbene dopo qualche anno di E3, ormai sapevo che c’è ben poco da aspettarsi da questo evento, visto che di molta roba si sapeva già l’esistenza e/o si avevano già info varie, ma quest’anno è stato abbastanza sciatto, c’è da dire. A sorpresa la Ubisoft ha messo su un ottimo show, e mostrando un nuovo IP, Watch Dogs, la vera sorpresa dell’E3 2012. Nintendo, avendo dedicato uno speciale appositamente sulle “funzioni sociali” del Wii U, si credeva avrebbe presentato la nuova console con “fuoco e fiamme”, ma si è invece persa in tremila discorsi su social gaming e pippole, buttando molto fumo in faccia agli spettatori e mettendo sul piatto poco arrosto (il quale era composto principalmente da titoli 3DS e Pikmin 3). Poi molti si sarebbero lamentati comunque a prescindere perchè non c’era zelda, metroid, pokèmon o kirby, ma questo è un’altro discorso.

Microsoft veramente macchietta, e Sony passabile ma decisamente poco emozionante per questo E3, pressapoco come l’anno scorso.

Per il resto grosse produzioni famose che mi hanno detto poco (o su cui avevo già messo gli occhi e quindi non erano sta novità), e indie molto più interessanti come Orgarythm o The Unfinished Swan.

Se c’è una cosa certa è che l’E3 è un esempio perfetto della crisi del mondo videoludico (dipendente ovviamente dalla profonda crisi economica attuale),  che cerca di allargare e favorire il bacino dei giocatori casuali e trascurando molto il “lato hardcore” (volendolo chiamare così), mungendo le solite saghe, facendole ripartire da capo o facendo remake a tutto spiano, con pochi nuovi franchise o progetti singoli interessanti. Dico solo che alla fin fine servirà a ben poco, perchè è inutile girarci attorno, quelli che cagano i soldi per comprare i giochi sono gli appassionati, i giocatori casual per definizione non hanno molto interesse nell’argomento e sono introiti volubili (quando non crackano anche roba da 99 centesimi perchè “non ci ho i soldi” o gli “sembra ingiusto”). Ma siccome in tempi di crisi il motto è “prendo quello che posso”, ad una software house non gliene frega nulla se ritieni ridicolo, patetico, arrabattato o “a malapena sufficiente” quello che hanno creato, finchè ci spendi qualche soldo sopra per giocarci. Nulla di nuovo, quindi, e alla fine chissenefrega, a me interessa giocare. :3

Ad ogni modo alcuni titoli interessanti ci sono stati eccome, per news più succose (come sempre)…. si attenderà il Tokyo Game Show.

Opinione Finale: Celey.

Non posso che condividere in gran parte l’opinione di WiseYuri sull’andazzo dell’E3 quest’anno. Poca roba di cui non si sapeva già o intuiva già la presenza, e quel poco che di nuovo c’era davvero, è stato spettacolare (almeno, quello che ho visto).
Le conferenze mi hanno lasciato tutte abbastanza freddo, almeno finchè non si è parlato di Watch Dogs, che secondo me merita totalmente il titolo di Game of the Show. Altri titoli decisamente interessanti includono Pikmin 3 (che però mi sa molto di Pikmin 2 in HD, bisogna vedere poi giocandolo quali sono le differenze), Beyond, e poi i soliti noti, come Tomb Raider (che davvero voglio giocare il prima possibile!), New Super Mario Bros. U (di cui mi interessano le modalità di integrazione col Miiverse), The Last of Us (grande la Naughty Dog, forse uno dei migliori studios degli ultimi anni!), Hitman: Absolution, Assassin’s Creed 3, Crysis 3 e Zombie U.

Due parole su alcuni di questi: Tomb Raider è una serie che ho iniziato a seguire da poco nonostante circoli già dalla seconda metà degli anni novanta. Il nuovo trailer però mi è davvero piaciuto molto (anche se molto simile allo scorso) e l’uscita sempre più vicina del gioco fa salivare.
The Last of Us sembra davvero molto interessante come gioco, e spero solo che non venga lasciata troppo indietro la parte esplorativa del titolo, anche se accetto di chiuderci un’occhio sopra se la storia è qualcosa di più del solito “sopravvivi agli zombie”. Anche perchè a quello ci pensa l’ottimo Zombie U, che oltre a nuovi controlli sembra portare il genere “zombie” (si, ormai è un genere) verso nuovi lidi.
Crysis 3 sembra portare non il giocatore di nuovo nella giungla, ma la giungla nella città in cui abbiamo lasciato il giocatore alla fine di Crysis 2. Il reparto grafico funziona, speriamo la serie mantenga alto il suo nome! 😉
Il gioco che forse attendo di più (oltre al mio personale Game of the Show, Watch Dogs, IMPRESSIONANTE!!) è probabilmente Sim City, che pare essere fatto con una profondità senza precedenti e spero sostituisca il mai troppo lodato ma davvero troppo crash-oso Sim City 4 Deluxe!

Non mi hanno convinto alcuni dei “titoloni” dell’E3. Dead or Alive 5, per esempio, sembra una iterazione del 4 con grafiche aggiornate. Per fortuna i trailer che ho visto non sembrano incentrarsi troppo sulle grazie delle combattenti e il gameplay SEMBRA più fluido degli episodi da me giocati, ma comunque nulla di impressionante. Di Resident Evil 6 non mi convince molto il setting, non molto “horror” e troppo “action” e del cambio di virata di Dead Space 3 credo di avervi già parlato sulla nostra pagina Facebook; troppo action e poco suspance.

Note neutre mi vengono in mente su Luigi’s Mansion Dark Moon, che sembra carino, anche se per il momento troppo simile al suo prequel. Play Station All-Stars Battle Royale è troppo un rip-off di Smash Bros. per attirarmi, e di Paper Mario Sticker Star mi riuscirò a convincermi solo giocandoci, ne sono certo. Rimango solo perplesso del cambio di console per questa serie, di solito Paper Mario era per console casalinghe e Mario & Luigi per le portatili. New Super Mario Bros. 2 non mi ha convinto, soprattutto dopo l’annuncio di New Super Mario Bros. U. Duo giochi troppo simili tra loro e troppo vicini come date d’uscita.

Uh, e guardatevi quale trailer di Skull of the Shogun: sembra un giochino davvero divertente!

I grandi MIA si fanno sentire: a parte che potevano mostrare qualcosina di nuovo (nel senso di, nuovi IP), inizio a dubitare che vedremo mai The Last Guardian, e mi chiedo se la Nintendo farà un qualche sequel di Mario Galaxy a breve. Ma ancora di più vorrei vedere su Wii U seguiti di Star Fox, F-Zero o Wave Race. Mancano da troppo tempo.

Due note finali: da grande fan della computer grafica, quest’anno ho visto due ottimi nuovi engine in azione. L’uno è quello presentato da Square-Enix per i prossimi Final Fantasy, del quale dubito che tutto fosse davvero in real time. Ciononostante, mi pare un’ottimo motore grafico con potenzialità.
Quello che però davvero mi ha sconvolto è stato l’Unreal Engine 4. Non bastano parole per descriverlo, rifatevi gli occhi qui!

E questi sono i miei due centesimi sull’E3 di quest’anno, nulla di chè, con qualche chicca carina. All’anno prossimo, o a tra poco sul Weakly Hobbyt! 😉

Annunci

Una Risposta to “E3 2012 Part 3 (Considerazioni Finali)”

  1. Dunther Says:

    Direi niente da aggiungere, E3 deludente, il mercato dei videogiochi sta andando sempre più in rovina e di sto passo finirò per mollare anche la Nintendo e dedicarmi esclusivamente agli indie o ai retrogame.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: