E3 2013 – The Checkpoint Spill: EA, Sony e Nintendo [Parte 3]

Ultimo appuntamento con l’E3, in cui vedremo se EA diceva sul serio quando affermò di voler cambiare le sue politiche, o se era “una cosa detta al bar tra amici, bevendo un bicchiere di vino”, e se Sony sarà capace di annientare totalmente la nuova console Microsoft (praticamente già mezza morta appena annunciata) con la sua Playstation 4, o farà anche lei errori che potrebbero spingere/forzare i videogiocatori ad acquistare un Wii U (nonostante non offra moltissimo al momento)?

E parlando di Nintendo, sebbene non sia presente all’E3 (e quindi non dovremmo tecnicamente parlarne), è difficile ignorare il Nintendo Direct che praticamente va a sostituire la comparsa in quel di Los Angeles, quindi commenteremo anche quello.

EA

ea logo

wise yuri

Commento di Wise Yuri: Come prevedibile, si parte subito con i giochi destinato alla nuova generazione di console, ed in maniera meno prevedibile, si iniziano le danze con Plants VS Zombies: Garden Warfare, presentato da John Vechey della PopCap (arrivato sul palco con una testa da zombie… in testa 😀 ), che ci parla di come questo sarà uno shooter in terza persona multiplayer in arrivo prima su Xbox One e poi su X-Box 360, e ci viene mostrato in azione, sembra davvero divertente! Poi un annuncio tirato lì da Vechey, prima di andar via di Peggle 2 (sul serio, dice solo “in arrivo Peggle 2!” e fugge XD), e si parla più nel dettaglio di Titanfall, esclusiva Xbox One già mostrata durante la conferenza Microsoft.

“dettagli tecnici TIME!” perchè vengono annunciati due nuovi engine EA, Ignite e Frostbyte 3, sui quali saranno creati i nuovi titoli per la next gen, ed ipso facto arrivano i trailer e filmati di gameplay di suddetti titoli, iniziando con Star Wars Battlefront (anche se in questo caso è solo un teaser) e proseguendo con Need For Speed Rivals, Dragon Age: Inquisition, e la tradizionale carrellata di nuovi titoli stagionali EA Sports (NBA, Madden, Fifa, UFC).

pvszombies garden warfare

Altro argomento inevitabile è Battlefield 4 (anch’esso già presentato nella conferenza Microsoft), e in chiusura abbiamo il primo trailer di Mirror’s Edge 2 (che come riporta il video “in arrivo.. quanto è pronto”) segno che il progetto non è stato cestinato come si pensava, e che la serie non è stata buttata nel cesso dalla EA, cosa che mi sarei aspettato visto che Mirror’s Edge ha venduto poco poco (e per lo stesso motivo non c’è stato Brutal Legend 2). Presubilmente il progetto è stato spostato sulla next-gen, ma non è stata specificata nessuna piattaforma.

Riassumendo… beh, devo dire che gli unici titoli che mi interessano tra quelli mostrati sono Plants VS Zombies: Garden Warfare e Mirror’s Edge 2, di battlefield ed i titoli sportivi me ne può fregar di meno (e sarò onesto, me le sono proprio saltate le sezioni sui titoli EA Sports, non mi interessano i titoli sportivi, figuriamoci quando chiamato nomi noti dei vari sport a parlare dei titoli stessi, e soprattutto quando paradossalmente si passa più tempo a parlare di Madden e Fifa che di altro. Quando nell’articolo del Pre-E3 Konami mi lamentai del fatto che ormai l’E3 è poco più di un mercato del pesce videoludico, è anche per questi motivi, con EA più interessata ad avere ospiti del mondo dello sport che altro. Lo so, le serie EA sports sono popolari, ma non credo che per ciò meritano complessivamente così tanto tempo, posso capire per Battlefield. Quindi, sì, non mi è piaciuta la conferenza EA neanche quest’anno, anche perchè il Wii U è stato totalmente ignorato. :/

Commento di Alteridan: Lo dico subito: peggior conferenza dell’E3 2013. I motivi sono molteplici: nonostante un inizio che nessuno avrebbe potuto prevedere, con un bellissimo PvsZ Garden Warfare, la conferenza si è poi appiattita sui soliti giochi già visti in decine di altre occasioni, a cominciare dai soliti titoli sportivi passando per l’ennesimo Need For Speed e terminando con Battlefield 4. La sagra del more of the same e del brand milking, come EA ci ha abituati da tempo.
Speravo che dopo l’addio di Riccitiello, la seconda Golden Poo di fila e l’arrivo di una nuova generazione il publisher americano potesse in qualche modo imboccare la strada giusta ma evidentemente chiedevo la luna.

La conferenza è stata in linea di massima noiosa, troppo incentrata su NFL e sul gioco di soccer (è bastata questa semplice parola a scatenare l’inferno sulle chat room e le message boards europee). Le uniche novità presentate erano comunque già nell’aria, mi riferisco principalmente a Star Wars Battlefront e a Mirror’s Edge 2 di cui però è stato mostrato comunque pochissimo; mentre l’unico gioco veramente nuovo è stato il già citato Garden Warfare a cui sono stati dedicati i primi minuti della conferenza.

Dopo i primi minuti stavo per addormentarmi (sul serio). Scusatemi se non scrivo molto altro ma semplicemente in questa conferenza non è stato detto nulla che non si sapesse già.

Commento di Celey: Mi aggiungo in breve anche qui; EA non mi ha nè entusiasmato nè deluso. Un sacco di tempo è stato speso per i giochi sportivi, ma d’altronde la EA quello fa. Effettivamente potrebbero anche ignorare di parlarne, visto che si sa comunque che faranno qualcosa in quella direzione, e ne avevano parlato a puti-schifo anche nell’unveiling della XBox One, quindi..
Eclissiamo; uniche novità? Mirror’s Edge 2, Star Wars Battlefront (di cui non si è visto praticamente niente, come anche Peggle 2) e Plants vs Zombie: Garden Warfare, che sembra carino. Speravo in un nuovo titolo Bioware, ma sembra che siano concentrati a non far uscire male il terzo capitolo della saga Dragon Age, dopo le solo discrete recensioni del secondo episodio. Meglio così.
Nient’altro, andiamo avanti.

 

Sony

sony

wise yuri

Commento di Wise Yuri: Devo dire, la Sony ha fatto proprio una bella conferenza, sì meno spettacolare, ma molto più solida e sostanziosa, mostrando tanti titoli  (un discreto numero di nuovi ed altri già noti ma non coperti nel dettaglio), con un’offerta variegata davvero, tra titoli  interni, progetti tripla AAA (e nomi che rimbalzano da anni come quello di Kingdom Hearts 3 e di Final fantasy Versus XIII, diventato FF XV) e i prodotti di sviluppatori indie, e soprattutto mostrando di aver chiaro dove spingere il mercato, e spiegando perchè, invece di dare per scontato che la loro sarà la nuova frontiera del gaming. Sebbene la Microsoft abbia tirato su una conferenza migliore del previsto (va ammesso), la Sony ha tirato fuori l’asso con PS4, che oltre ad avere tutti gli elementi social e di condivisione video di X-Box One, verrà venduta a 399 € (ben 100 in meno rispetto alla One), non imporrà tasse o limitazioni sull’usato, sul nuovo, o roba come l’always online.

Il che per noi giocatori è una situazione in cui vinciamo comunque, perchè dubito che la Microsoft non vorrà modificare le sue politiche su usato ed online, se l’intenzione è di restare sul mercato, quindi la possibilità in futuro di giocare alle esclusive X-Box One senza dover patire per l’orrida console e le sue limitazioni ci sono! Inoltre, anche l’abbonamento al Plus si potrà trasferire o portare da PS3 a PS4. Ci sono molti team al lavoro, ed inoltre, come tradizione Playstation, il sistema precedente non verrà eclissato all’arrivo della PS4, ma la PS3 continuerà a ricevere molti titoli prima di andare in pensione. Interessante il discorso su Gaikai (un servizio per lo streaming di videogames, non nel senso di registrazioni, ma di giochi veri e propri, come OnLive), ma dubito arriverà da noi o verrà mai utilizzato a fondo.

Unica lamentela è come si sia quasi completamente glossato sull’argomento PS Vita, con un “se ne parlerà più avanti”, il fatto che ora il remote Play è una caratteristica fondamentale (o almeno dovrebbe esserlo) di PS4 è un contentino, visto che questa funzione già doveva essere integrata totalmente su PS3. A parte ciò, bella conferenza quella Sony, che assesta un gancio non da poco a Microsoft!


Commento di Alteridan: Sony ha fatto una conferenza magistrale, sono mancate le bombe e questo va detto ma va detto anche che ha eliminato tutti i dubbi che erano iniziati a circolare dopo la conferma delle limitazioni all’usato da parte dell’Xbox One. Un boato si è levato dal pubblico a circa metà conferenza quando Jack Tretton (CEO di Sony Computer Entertainment of America) ha detto sostanzialmente “Il gioco è vostro, sarà disc-based, e potrete farci quello che volete”. Se dovessi scegliere un vincitore dell’E3 direi che in quel preciso istante Sony ha vinto, e c’è poco da discutere.

Ma, c’è un grosso ma. Perché è vero che PlayStation 4 non avrà il blocco dell’usato; è vero che non necessiterà di essere sempre connessi ad internet; ed è vero che non utilizzerà un sistema di installazione del gioco come previsto dalla controparte Microsoft; ma è altrettanto vero tutte queste informazioni sono state fornite pochi minuti prima dell’amara pillola giusto per addolcirla: PlayStation 4 avrà l’online a pagamento. Solo gli utenti abbonati al programma PlayStation Plus potranno utilizzare le componenti online dei giochi. Certo, essere utente Plus porta anche molti benefici come ad esempio una Instant Game Collection che cambia ogni mese ma è comunque odioso dover pagare per un qualcosa che prima si aveva gratuitamente, e lo dico da possessore di PS3 ed utente Plus quindi a me sostanzialmente non cambia nulla (anche perché l’abbonamento Plus sarà unico per ogni piattaforma Sony).

Driveclub sarà il primo titolo PS4 disponibile nell’Instant Game Collection degli utenti Plus.

Ma veniamo all’altro aspetto della conferenza: i giochi. Rispetto a Microsoft, a mio avviso, Sony ha presentato una maggiore varietà di generi riuscendo bene o male ad accontentare tutti: ci sono gli fps, ci sono gli action, ci sono i giochi di ruolo a stampo giapponese, ci sono gli indie e così via. Proprio sugli indie vorrei soffermarmi un attimo: Sony ha dimostrato negli ultimi anni di puntare molto sul mercato indipendente, finanziando di tasca propria progetti che si sono poi rivelati dei veri e propri capolavori (penso ad esempio a Journey che ha fatto incetta di premi in ogni dove), inoltre Sony ha deciso di creare con PS3 prima ed ora con PS4 una piattaforma in cui i gli sviluppatori indipendenti potessero autopubblicare i propri giochi, al contrario di Microsoft che richiede obbligatoriamente un contratto con un publisher (o con Microsoft stessa), di conseguenza oggi abbiamo visto numerosi indie game sul palco dell’E3.

Mi sto dilungando troppo quindi chiudo con un appunto sul design della nuova console: pare che Microsoft e Sony abbiano indetto una sfida a chi fa peggio. Un mio amico che di videogiochi ne capisce ha detto che la PS4 sembra una piastrella, potete immaginare la mia risposta alla sua affermazione (hint: ha a che fare con una determinata stanza presente in ogni casa).

 

Commento di Celey: La Sony ha vinto a man bassa questa edizione con l’E3 con una conferenza solida e sostanziosa e che ha approfittato con freddezza degli errori della sua concorrenza (Microsoft). Play Station 4 a 399€ con un hardware simile ma leggermente superiore a XBox One e senza limite su usato, o forzatura di comprare periferiche obbligatorie, è un primo passo verso la vittoria per la prossima generazione di console. Meritato, d’altro canto, visto che dopo i passi falsi fatti soprattutto inizialmente con Play Station 3, la Sony è stata capace di ascoltare cosa volevano i giocatori, e sta portato una serie di perle sulla sua console da invidia: The Last of Us, Tales of Symphonia HD ed i già usciti capolavori indie come Flower, Journey, e via discorrendo.
L’apertura ulteriore e ancora più ufficiale agli Indie developers non può che far loro bene, e per quanto io avrò sempre il PC come piattaforma di prima scelte per certe perle, non nego che il fatto di avere altri gioielli indie solo su PS3/PS4 sia uno dei principali motivi all’acquisto, se dovessi decidere di prenderne una.
Anche il futuro PS4 sembra roseo: tra Kingdom Hearts 3 e Final Fantasy XV, sono soddisfatti gli amanti di Giochi di Ruolo, per gli amanti del sandbox ci sta Assassin’s Creed IV (che si è bloccato durante la presentazione, speriamo che le PS4 non avranno problemi tecnici come le XBox 360 all’inizio) e Watch_Dogs, chi adora gli FPS avrà KillZone, e via discorrendo, il parco titoli iniziale di PS4 sembra davvero ottimo.
Di tutto il resto vi hanno già parlato Wise Yuri ed Alteridan, passiamo a Nintendo.

 

Nintendo

Nintendo

Commento di Wise Yuri: Molti si aspettavano un Direct concentrato su titoli per Wii U (che avrebbe bisogno effettivamente di molti più giochi), e lasciando da parte la parentesi iniziale su Pokèmon X & Y (in cui ci viene rivelato una nuova tipologia di mostriciattolo, cioè il tipo Fata, di cui fa parte il nuovo Sylveon, e che ora è il tipo di pokèmon come Clefairy e Gardevoir), la Nintendo mostra nuovi titoli per la sua nuova home console, ovvero Super Mario 3D World (una sorta di seguito dell’ottimo SM 3D Land, con un nuovo power-up, Mario Gatto, ed un multigiocatore cooperativo in cui ritornano le abilità dei personaggi di Super Mario Bros 2), Mario Kart 8 (che unirà l’utilizzo dei deltaplani del 7 con le moto della versione Wii, e con l’aggiunta di circuiti e sezioni di circuiti anti-gravità, il che è un ottima idea), Wii Party U e Wii Fit U, per poi ammettere che la distribuzione dei titoli Wii U non è stata omogenea e continua come doveva essere, il che apprezzo sempre (il riconoscere l’errore e chiedere scusa, si intende). Poi Iwata continua parlando dell’incredibilità qualità e quantità di disegni fatti dai giocatori su Miiverse, il che gli ha spinti a creare una versione Wii U di Art Academy, che però è ancora alle fasi iniziali dello sviluppo, ed non ha ancora una data od un prezzo (pare che verrà fornito in anticipo ad utenti molti attivi e talentuosi, possibile).

Si passa quindi ai titoli third party previsti nel 2013, tra cui i multipiattaforma AC IV: Black Flag, Batman Arkham Origins (e Origins Blackgate), Disney Infinity, Splinter’s Cell Blacklist, Watch Dogs, la director’s cut di Deus Ex: Human Revolution, Just Dance 2014, Rayman Legends, Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure, Disney’s Planes, e titoli anche per 3DS come Shin Megami Tensei IV (esclusiva 3DS), Skylanders SWAP Force, e Sonic Lost World.

Super Mario 3D World

Iwata continua parlando di come Nintendo vuole promuovere ulteriormente l’offerta digitale e sostenere gli sviluppatori piccoli/indie, ed ecco la lista dei titoli eShop in arrivo su Wii U e Nintendo 3DS nel 2013: Ballpoint Universe, Cloudberry Kingdom, Coaster Crazy Deluxe, Duck Tales Remastered (WOO-HOO!), Dungeons and Dragons: Chronicles of Mystara, Mutant Mudds Deluxe, Oddworld: New ‘N’ Tasty (remake di Abe’s Oddyssey), Scram Kitty & His Buddies On Rails, Shovel Knight, Spin The Bottle: Bumpie’s Party ed A World Of Keflings.

Finita la carrellata, si tocca l’argomento Zelda, con info sul porting HD Wii U di Wind Waker, che per ovvi motivi tecnici, sostituisce la funzione Radio Tingle (che consisteva nel collegare un GBA al GC via cavo, ed utilizzarlo come schermo per trovare tesori nella versione originale) con quella della Bottiglia Tingle, ovvero la possibilità di pubblicare messaggi (ed allegare screenshot ) via miiverse scrivendoli nel gioco, mettendoli nella bottiglia e lanciandoli in mare, facendo in modo che gli altri giocatori li trovino.

Turno poi di The Wonderful 101, di cui viene mostrato il gameplay in maggior dettaglio, e che verrà approfondito ulteriormente in un Direct apposito. A sorpresa un nuovo titolo della serie Donkey Country, l’inedito Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Wii U, che vedrà anche il ritorno di Dixie Kong, ed un nuovo trailer di Bayonetta 2, spettacolare e che dimostra che anche con Nintendo di mezzo, la nostra strega è ancora prone a schiene nude ed al risquè. Per aumentare i passeggeri dell’hype train, Nintendo rincara la dose con il trailer del nuovo progetto Wii U di Monolith Soft, ancora sotto il nome di X.

Nuova capigliatura, nuovo costume, ma non fatevi ingannare, è sempre Bayonetta. :)

Nuova capigliatura, nuovo costume, ma non fatevi ingannare, è sempre Bayonetta. 🙂

E per concludere tutto, finalmente viene mostrato il trailer del nuovo Super Smash Bros per 3DS e Wii, che uscirà in un generico 2014 ed aggiungerà al cast di personaggi anche un abitante di Animal Crossing, il celeberrimo Blue Bomber (sì, proprio Mega Man) !

Che dire, da fan dei platform bastava anche di meno per contentarmi, ma è stato un buon Direct, qualche gradita sorpresa, maggiori info su titoli molti attesi, tutto molto “diretto” e concentrato, con poco cicaleccio e tanti fatti. Certo, avrei preferito l’annuncio di un nuovo F-Zero od un nuovo Metroid, ma sono molto contento anche così. 😀


Commento di Alteridan: Qui non mi dilungo molto anche perché il Direct è durata molto meno rispetto alle conferenze dell’E3, dico semplicemente che Nintendo ha fatto bene a non fare una conferenza a Los Angeles. Così come accaduto per la conferenza Electronic Arts, anche il buon Iwata ci ha mostrato titoli che bene o male erano già stati annunciati con qualche eccezione. In particolare ho apprezzato il nuovo Mario 3D, pare portare una ventata di aria fresca alla serie di platform con una modalità cooperativa e una nuova trasformazione per Mario e compagni: il gatto con la sua arrampicata sui muri potrebbe da solo aprire nuovi scenari per la serie, vedremo quando il gioco raggiungerà gli scaffali come sarà stata realizzata questa idea. Anche Mario Kart 8 promette di rivoluzionare la serie a cui appartiene, l’introduzione della modalità antigravitazionale ha molto potenziale.

Oltre ai vari titoli di terze parti (principalmente multipiattaforma), tra i titoli second party già annunciati spicca Project X, il nuovo jrpg open world sviluppato da Monolith Soft, già creatori dell’ottimo Xenoblade. Avendo amato Xenoblade e non avendo ancora un Wii U, questo Project X rischia seriamente di farmi acquistare la console. Il video di gameplay ha dimostrato che i lavori procedono bene e le idee interessanti ci sono (chi non vorrebbe andare in giro volando su un mech?).

Per il resto una buona conferenza, ma si poteva e (secondo me) si doveva fare di più. La console è sul mercato da quasi un anno e ancora mancano i veri titoli che ne giustifichino l’acquisto: un nuovo Smash Bros., il nuovo Mario 3D e X rischiano di non essere abbastanza.

Commento di Celey: Un Nintendo Direct che punta molto alla sostanza e poco alle chiacchiere, il che è cosa sempre gradita.
Sembra che il Wii U sembra finialmente diventare una console da avere, nel caso si è appassionati di titoli di piattaforma o in generale di giochi Big N.
Donkey Kong Country – Tropical Freeze sembra essere fatto della stessa (ottima) materia prima con cui è stato fatto Donkey Kong Country Returns, ed essendoci ancora una volta i ragazzi di Retro Studios all’opera, possiamo stare tranquilli che il prodotto finale sarà ben curato.
Ottimo anche Super Mario 3D World, su cui si sono già dilungati Wise Yuri ed Alteridan e su cui ho poco da aggiungere. Neko-Mario è troppo kawaii! ^_^
Idem per Mario Kart 8; le nuove idee o l’unione di concept di game design si preannunciano interessanti, staremo a vedere.

Su Wind Waker qualcosina da dire ce l’avrei; considerato che esce ad Ottobre e che nulla è stato detto se non che sia una versione in HD del gioco, ho il timore che Nintendo sia davvero pigra e si “limiti” a fare davvero questo, ovvero una semplice versione in HD dell’ottimo Wind Waker (il mio terzo Zelda preferito, e uno dei quattro giochi che per me sono 10/10), ma che non reintroduce alcuna delle parti originalmente progettate e poi tagliate del gioco (leggasi: dungeon dell’acqua per prendere la terza gemma magica, dungeon sotto l’Hyrule Castle, e così via). Non che Wind Waker sia privo di contenuti, anzi, ma qualche novità che non sia una semplice componente social del gioco l’avrei gradita.

Altro progetto interessante è X, ma su questo abbiamo già sentito i pareri sia di WiseYuri che di Alteridan e mi associo: un JRPG open-world su Wii U manca, ed è bene che Monolith cerchi di tappare quei buchi. Per il resto, non vedo l’ora di sapere quali altri personaggi ci saranno nel nuovo Super Smash Bros. per Wii U e 3DS, e comunque c’è tempo sia per l’uno che per l’altro.
Sicuramente, con Pikmin 3 in arrivo, Wind Waker ad Ottobre, Donkey Kong Country e Mario 3D sotto Natale, i fan Nintendo possono finalmente decidersi a prendere al console senza ulteriori ripensamenti.
Se poi magari scendesse anche un pochino il prezzo, sarebbe ideale! E se poi Nintendo si ricordasse che oltre a Mario, Zelda e Donkey Kong ha anche franchise come Pilotwings, Star Fox, Wave Race, Metroid ed F-Zero sarebbe ancora migliore, ma qui forse è chieder troppo…

Questo è tutto per le conferenze (e similia) dell’E3, nei prossimi giorni verrano sicuramente fuori altre news ed annunci, ma noi ci rileggiamo per il commento finale sull’E3 2013, su cosa ci è piaciuto di più o di meno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: