L’Ultimo Esorcismo Parte 2 (Liberaci Dal Male) [Recensione]

L'Ultimo Esorcismo Parte 2

Benvenuti ad un’altra recensione di un film “fresco” dalle sale cinematografiche.

NIENTE SPOILERS (in questo caso non c’è n’è bisogno, c’è zero sorpresa da rovinare).

Ecco, togliamo subito di torno l’ironia nel fatto che c’è L’Ultimo Esorcismo 2 (lanciato nelle sale come L’Ultimo Esorcismo – Liberaci Dal Male), perchè questo è seriamente l’ultimo dei problemi del film.

Devo però spiegare alcune cose prima di procedere. Principalmente che non ho visto il film precedente.

“Ed allora perchè sei andato a vedere il secondo?” Vi verrà da chiedervi. Una domanda legittima, anche perchè solitamente non lo faccio a meno che non siano commedie o film che so già sono scollegati tra loro (o non richiedono necessariamente di aver visto il precedente). In primis, con molte serie horror capita che spesso i seguiti siano poco più che “more of the same”, più reiterazioni che continuazioni, e spesso alcuni film di questo genere con il numero 2 nel numero non hanno quasi nulla in comune con l’originale (tipo Zombi 2, uno zombie movie italiano chiamato Zombi 2 per approfittare del successo di Zombi, ovvero il nome con cui uscì nelle sale italiane L’Alba dei Morti Viventi).

In secundis, mi sono informato ed a quanto dicevano le varie recensioni, questa Parte 2 non ha molto a cui spartire con l’originale, a parte il concetto di fondo e la protagonista, visto che stile filmico e regista sono diversi, ed i personaggi sono nuovi. Ed era vero, il film fa pure un mini-riassunto al fast forward del primo all’inizio, evidentemente prevedevano una cosa del genere. Per farla corta, la premessa dell’originale era che questa ragazza – tale Nell – veniva posseduta da un demone, ed era stata rapita da una setta situata in dei boschi, con connessi avvenimenti orribili, tipici quando il diavolo ci mette la mano.

Comunque, il punto è che il film non richiede necessariamente di aver visto il precedente, anche se non sapevate che questo fosse un seguito, il film stesso vi aggiorna quanto basta, quindi si può guardare a sè. Detto ciò, avevo letto che era bruttino, ma perlomeno è un horror tradizionale – nel senso che al contrario del primo non è in stile “falso documentario” ( o come si dice in gergo, found footage, cioè registrazioni materiali trovati e che viene implicato siano veri, roba tipo Blair Witch Project e Cloverfield), stile che non mi sta sulle terga, ma neanche mi emoziona troppo -, quanto brutto può essere?

Il film in questo senso ha superato ogni possibile aspettativa negativa, ma andiamo per ordine, con la premessa di L’Ultimo Esorcismo… 2.

Satan Eyes Shut. Ovvero niente di  minimamente pauroso, o inquietante. E neanche troppo strano, se è per quello.

Satan Eyes Shut. Ovvero niente di minimamente pauroso, o inquietante. E neanche troppo strano, se è per quello.

Mel è una ragazza diciassettenne che è stata rapita e torturata da una setta di adoratori del diavolo, ed è l’unica sopravvissuta all’incendio che ha ucciso tutto il resto della setta. Finalmente libera dal demone che la possedeva, Nell cerca di riniziare, e viene accolta da una casa per ragazze che si vogliono lasciare alle spalle il proprio passato. Ma il passato ritorna, e così quelle presenze diaboliche che Mel pensava di aver ormai seppellito….

Dicevo sopra come dalle recensioni tutt’altro che positive mi aspettassi un horror brutto, e certamente non aiuta che il regista di questo film – tale Ed Gass-Donnelly – il soprannaturale e/o l’horror non l’abbia mai manco sfiorato in carriera sua (con all’attivo dei corti, un paio di drammatici, ed un poliziesco, generi completamente diversi), ma in questo riguardo ho visto e sentito di peggio (L’Esorcista II fu diretto da un regista a cui l’originale manco piaceva, fate voi), e con tutta la spazzatura che ho visto e recensito, mi sentivo preparato.

Ma come accennavo qualche paragrafo sopra, il film mi ha sorpreso in negativo, riuscendo a non avere assolutamente niente di interessante o di salvabile, da qualunque lato lo si analizzi. Storia totalmente prevedibile e priva di sorprese? C’è. Personaggi blandi e terribilmente stereotipati di cui non ve ne frega niente, con protagonista odiabile e che volete veder schiattare? Assolutamente. Intreccio telefonatissimo? Idem. Se già tutto ciò non bastasse, L’Ultimo Esorcismo Parte 2 si macchia di un peccato davvero mortale: è terribilmente noioso. E magari pensate che almeno ci sono alcune scene truculente o terribili, da horror/splatter, perlomeno c’è un pò di gore ad aiutarvi a sopportare il tutto, ma no, manco quello, ci sono persone che si tagliano la gola, gente sbranata/uccisa da qualcosa, ma il film taglia e passa avanti ad evento accaduto, o mostra in maniera barbona del sangue sulla finestra di una casa, fa sentire urli e rumori, ma é tutto inquadrato all’esterno della casa, quindi non vedete nulla. Non sarebbe un difetto, ma siccome nient’altro nel film stimola interesse, almeno un pò di gore anche pecoreccio poteva esserci.

Ma ad essere onesti, la cosa strana di questo film é che spesso non cerca neanche di essere un horror, e non presenta alcuni dei cliché tipici degli horror moderni. Il problema é che il film non si impegna neanche nel creare suspance, atmosfera, od orrore in generale, il che potrebbe essere in parte perdonabile se quello che il film offrisse fosse buono, ma é tutto blando, noioso, prevedibile e privo di un qualsiasi mordente, di un qualsiasi elemento che provochi interesse, ed é tutto ancora più assurdo visto che al regista sembra davvero non gli interessi. E sul discorso cliché si tratta solo di una semplice operazione di sottrazione, tantissimi cliché abusati e triti del genere rimangono e vengono usati a iosa.

E cosa ancor peggiore, il film si prende totalmente sul serio, con zero senso dell’umorismo, sebbene ci si ritrovi spesso a sghignazzare di quanto brutte/prevedibili/ridicole/stupide sono alcune parti, ma si ride per il motivo sbagliato, e comunque mai abbastanza da controbilanciare la noia infinita del tutto. Le uniche due scene memorabili sono una in cui il demone “titilla” Mel mentre la fa contorcere e levitare sopra il letto, ed il finale, che davvero se ne strafotte di tutto e di tutti, e sembra opera di un regista totalmente diverso, specialmente nell’ultima scena, pare che all’improvviso sia arrivato Rob Zombie dietro la cinepresa.

Commento Finale

the last exorcism part 2 delusion

L’Ultimo Esorcismo 2 è un film horror di un regista che non aveva voglia di fare un film horror, pompato come un seguito de L’Ultimo Esorcismo quando non ha quasi nulla a cui spartire con quest’ultimo, in quanto l’obiettivo pare più fare un dramma che un film horror, ma in entrambi i casi l’obiettivo è fallito: tutto è prevedibile e telefonato, noioso e blando, non c’è gore, non c’è atmosfera, non c’è suspense, la simbologia e le forme scelte dal demone sono tra le meno spaventose possibili (sì, magari vi dà fastidio quel vecchio che si ferma a guardarvi intontito dall’altra parte del marciapiede, ma non fa paura, è fastidioso e basta), ed i personaggi non creano interesse, anche il minimo, sono selvaggina per il demone. A questo punto sembra inutile commentare il cast, ma è solo mediocre, nulla di più, nulla di meno.

A coronare il tutto c’è la mancanza di un senso dell’umorismo (volontario, si intende, visto che alcune scene sono talmente ridicole od assurde da farvi scappare più di una risata), un finale che vi fa venir voglia di prendere a cazzotti il regista, e nonostante la locandina, non c’è nessuna spettacolare torsione da posseduta della protagonista (a meno che non vogliate contare la scena della masturbazione demoniaca in levitazione). Quindi sì, sto film è un relitto con pressapoco nulla di buono o degno di nota da recuperare, almeno quasi tutte le cagate low-budget hanno un pò di gore o sono talmente brutte da diventare belle, questo è un film che non aveva motivo di essere creato e pubblicizzato come sequel de L’Ultimo Esorcismo, e forse sarebbe stato meglio se ci fosse stato dietro qualcuno con esperienza ed interesse nel genere horror, invece di un regista che magari avrebbe preferito fare qualcos’altro.

Per quello che è….. è un pastrocchio senza capo, coda…. – e non mentiamoci, corpo – che a parte un paio di scene assurde che finiranno in qualche top ten, non ha nulla sia se cercate un horror, sia se cercate un film drammatico. Uno dei pochi film che ho visto e mi hanno fatto venir voglia di chiedere un rimborso. Una perdita di tempo, e soldi. “Liberaci Dal Male”, liberaci da questi sequel di sterco che non hanno nulla a cui spartire con l’originale, piuttosto. Amen.

3,5/10. Un diabolico spreco di pellicola e soldi. Da evitare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: