Hercules Il Guerriero [RECENSIONE]

hercules il guerriero "erc"

Un altro film di Hercules, perchè no? A quanto pare la domanda è “perchè sì?”, visto che non ho sentito nessuno parlare bene del precedente Hercules (noto come The Legend Of Hercules e qui da noi come Hercules La Leggenda Ha Inizio), e sì, è assolutamente ridicola questa gara all’”hercules movie”, una gara inutile fin’ora se era a chi faceva più schifo, ma immagino ci sia spazio per tutti in questo ambito, e che questa tradizione negativa legata ai film dedicata al caro vecchio Ercole (tra cui ricordo due allucinogeni Hercules con Lou Ferrigno – che sembra un mix tra Ercole e Giovanni Cacioppo nei panni di Graziello- che lancia orsi nello spazio) debba continuare.

Detto ciò, sì, se avete sentito parlare…. in maniera non eccelsa pure di questo Hercules un motivo c’è.

Ma probabilmente non è brutto nella maniera che pensavate.

Se avete visto il trailer, probabilmente (e giustamente, aggiungo) vi aspettavate un ridicolo action fantasy in cui Dwayne “The Rock” Johnson apre la bocca e mostra la sua pulita dentatura urlando e prendendo a mazzate orde di nemici e bestie mitologiche, magari stendendole con un pugno a mezz’aria. Una cagata, un action ridicolo ma che diverte se preso per quello che è.

Invece Hercules Il Guerriero (titolo originale Hercules And The Tracian War, basato su un fumetto) sembra che il regista Brett Ratner si sia divertito appositamente a togliere gran parte del divertimento da questo polpettone fantasy/mitologico, da questo “popcorn movie” fatto con lo stampino.

E per spiegare ciò, devo per forza parlare della trama e dei personaggi, quindi vi avverto subito che vado in territorio spoiler.

RIBADISCO: SPOILER SULLA TRAMA MEDIO/ALTI.

(Se non vi interessa, continuate pure, altrimenti saltate questa sezione ed andate al commento finale)

Il primo problema è lo script, che è un casino allucinante.
Questo anche perchè invece di raccontare le fatiche di Hercules o dargli una missione dal “big boss” degli dei in persona, il film sceglie un’altra strada ed un altro stile….. più o meno.

Ecco, il film inizia riassumendo con un montaggio e narrazione le fatiche del nerboruto semidio figlio di Zeus in persona, e dopo ce lo presenta come leader di un gruppo di mercenari che gira per la grecia… a mercenare, facendo parola e voce delle leggende che circondano “Erc”, ed il gruppo viene incaricato da un re di sconfiggere un malvagio stregone guerriero che vuole conquistare tutta la Tracia, e poi la Grecia intera.

Per farla corta, il problema di fondo nel film è che viene fatto intendere e poi ammesso che Hercules… non è Hercules, è un orfano di guerra forte e possente e le voci sulle leggende le hanno diffuse loro in speranza di incutere timore e ricevere più lavori, per farsi pubblicità in pratica. Il tutto lasciando sempre un po’ incerto se è il vero Hercules o no.

Ora, questo di per sé non è un difetto, è una scelta non banale che potrebbe funzionare e sarebbe apprezzabile, anzi sarebbe buona davvero se sorretta da una sceneggiatura coerente.

Ma ovviamente non lo è, e sebbene per il 90 % del film siete praticamente martellati fino allo stordimento con frasi ed eventi che mostrano o sottintendono “dei, semidei, ercole, tutte cazzate”, verso la fine lo script decide che sì, questo protagonista che non è Ercole all’improvviso è davvero Ercole, il figlio illeggittimo di Zeus, tutto per comodità di trama e poco altro.

E sì, questo deus ex machina degli ultimi 10 minuti rende assolutamente superfluo o insensato il resto del film, non parlo di dettagli o piccolezze, parlo di praticamente tutto il film precedente, nulla è coerente perchè qualcun’altro deve aver scritto questa parte finale, magari si è accorto che il film si chiama Hercules.

Sì, si potrebbe dire che è una scelta cosciente ed il finale è asservito alla morale “tutti possono essere eroi, non serve essere dei”, ma appunto, ne vale la pena di rendere assolutamente prive di una logica tutte le scene precedenti, il set up stesso del film? bastava una trama lineare che va da punto A a punto B, ed invece no. Non è un film d’autore, è “hercules con Dwayne Johnson”, per l’amor del cielo, fai qualcosa di semplice e che abbia un senso, se questo deve essere una “scelta stilistica alternativa”.

 

Ed ovviamente a metà film c’è un ovvio colpo di scena – che potrete non notare perchè sarete sbalorditi da come il film è un disastro che non sa cosa fare di sé – con altrettante ovvie rivelazioni che come l’esposizione non sono distribuite in parti “digeribili”, ma scatenate l’una dopo l’altra perchè all’improvviso il writer si è ricordato che c’erano plot point lasciati in sospeso da chiudere.

Hercules il guerriero leone di nemea

Per quello che vale, le scene d’azione sono gradevoli e coreografate decentemente, sopra le righe ma quanto basta per essere godibili, perchè il film non poteva focalizzarsi principalmente su battaglie ridicole e un po’ “videogiocose” ma che intrattengono, invece che sul resto? Ed alcune scene non sono male, tipo quelle in cui Ercole e compagnia addestrano i contadini all’arte della guerra.,ma sono la minoranza in questo film, e vengono oscurate dal “miasma” della sceneggiatura, e neanche bighe con lame retrattili non bastano per sopperire alla deficienza del resto.

Ed ho letto (dopo la visione) che doveva succedere qualcosa di importante dopo i titoli di coda, ma non sono rimasto oltre, ed in ogni caso, anche se c’è una rivelazione che da un senso al tutto, non è accettabile inserirla ben oltre la fine del film, è stupido ed aleatorio.

L’altro problema è che Dwayne “Ercole” Johnson è sorprendemente secondario come personaggio, e sembra più che altro un “rappresante degli dei” che è lì perchè ci deve stare per contratto, e tutto il resto del suo gruppo – ed intendo anche Iolao, che non fa altro che fare l’Usop della situazione – è più carismatico, meglio delineato e più interessante. Non devo dirvi io che forse è il caso di rileggerlo un po’ sto copione quando il tuo protagonista è messo in ombra da uno qualsiasi dei personaggi secondari nel ruolo di compari/aiutanti.

E la cosa più ridicola è che Hercules è l’unico ad avere un briciolo di passato ed al quale viene tentato pigramente di dare uno sviluppo psicologico (con momenti drammatici forzati e disperati nel tentativo di dare un minimo di dignità al tutto), quello che in teoria ha più spazio nel film come personaggio, quello di cui tutti parlano, ma allo stesso tempo è…. di secondo piano, anche il chiaroveggente/mago da combattimento ravvicinato che predice la sua stessa morte è un personaggio più interessante. Il fatto che Hercules sia il perno del tutto invece di essere un vantaggio è un difetto perchè, appunto, Hercules sembra lì come rappresentativo dell’eroe mitologico, c’è ma non c’è davvero, non c’è altro oltre al casting, alla frase “Dwayne Johnson nei panni di Hercules” ed al fatto che ha una clava, come dovrebbe stando al mito.

Non che gli altri personaggi siano poi veramente meglio, i soliti cartonati di stereotipi di stereotipi, e se volevate una buona dose di clichè siete accontentati, ci sono tutti, o quasi. Un altro problema è che il film si diverte crudelmente a rimuovere elementi fantastici e mitologici, per esempio più volte parlano di uno stregone e di centauri. Solo che non esistono, e se ci sono sono illusioni simboliche. Ma vaffanculo, Brett Ratner.

Quasi dimenticavo, i dialoghi e gli attori. La farò corta, i dialoghi vanno dal blando all’imbarazzante passando per il mediocre ed il ridicolo (tra l’altro, preparatevi a simposi di esposizioni concentrati in 3 minuti secchi) con recitazioni un po’ assonnate e nel complesso a malapena mediocri.

Dwayne Johnson ci prova, va ammesso – non posso giudicare la voce causa doppiaggio, ma posso dire che ci prova, si sente, è come un nuovo Schwarzenegger a questo riguardo -, e sebbene la sua physique sia azzeccata, con i dialoghi che ha…. non è che possa far molto, il materiale con cui lavora è tutt’altro che dignitoso o competente. Il resto del cast è buono/decente, ma il problema è che è costretto a lavorare con materiale imbarazzante.

Commento Finale

Hercules Il Guerriero AAAARGHHHHHHH!

Hercules Il Guerriero è di una incompetenza e stupidità difficile da ignorare, in quanto “mente” allo spettatore offrendo una narrazione ed una trama non ovvia, una struttura a dir poco interessante capace di offrire qualcosa di nuovo, ma tutto crolla a causa di una sceneggiatura putrida e semplicemente imbarazzante che verso la fine fa cambiare all’improvviso le regole, de facto rendendo inutile ed insensato tutto quello che è successo prima.

Ed oltre a dialoghi che vanno dal mediocre all’agghiacciante (e recitazioni su altrettanto livello), abbiamo un film fantasy/mitologico che taglia fuori il fantasy, lo promette ma è tutto falso, irreale (promette centauri…. non ci sono centauri in questo film, manco uno)…. almeno fino a che qualcuno si ricorda che questo dovrebbe essere un film “spada e sandali” con elementi magici con dentro Hercules, solo che accade all’ultimo secondo e come scritto sopra crea un problema enorme.

Per quello che è riesce ad intrattenere con le scene d’azione, ma è difficile dare credito al decente stuntwork e coreografie quando il film letteralmente spreca e demolisce il set-up interessante che si è creato, riuscendo a mancare anche occasioni ovvie per dare un minimo di dignità od intelligenza a questo pastrocchio “spada e sandali”.Ed in ogni caso le scene d’azione non bastano a tirare avanti il resto del film, in generale non dovrebbero bastare allo spettatore, specialmente quando non sono davvero impressionanti o particolarmente ben fatte, non mi aspettavo un capolavoro dal trailer, anzi, ma era più che giusto aspettarsi qualcosa di meglio, scusare prodotti di questa qualità con un “eh, poteva essere peggio” non lo trovo accettabile, uno standard ci deve essere.

Per ricapitolare, un terribile ed incredibile guazzabuglio di pellicola che non sa mai veramente cosa vuol essere (è leggermente autoironico, ma non è una scusa per una sceneggiatura orrenda), l’avrei rispettato per l’aver giocato con le aspettative del pubblico se quello che offrisse come alternativa fosse buono (e per quello che vale, non cerca di emulare 300, cosa che sarebbe stata facile e prevedibile per lo spettatore), ma è brutto e per quanto sia talmente stupido da far ridere… è anche talmente stupido da farvi venire voglia di cercare il regista con una motosega, per essere sicuri che non accada più. Incomincia a correre, Brett, sto venendo a prenderti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: