Platformation #10 De Blob

De Blob WII

Uno dei non pochi casi di “titolo originale esclusiva per una piattaforma, seguito anche per la caffettiera” della scorsa generazione di console, De Blob è un esclusiva Wii sviluppata da Blue Tongue Entertaiment che fa del colore la sua arma principale, e non tanto per dire.

La premessa è semplicissima, in un mondo di blob coloratissimi e sgargianti arriva un orda di neri soldati guidati da una pseudo forza dittatoriale, il cui obiettivo è risucchiare tutto il colore da questo mondo e lasciarlo in preda ad un grigiore eterno, ma una banda di “rivoluzionari del colore” si oppone a questi stormtroopers dell’impero monocromatico, armati di sé stessi ed il “pigmento powah”.

N.B.: Come fatto per il Grind Cafè, d’ora in poi il gioco (o giochi) recensiti nel numero saranno indicati direttamente nel titolo.

Di per sé, è un semplice platform/puzzler in cui il salto è controllato via lo shake del wiimote, molto semplice strutturalmente, ma la meccanica dei colori serve appunto a dare sostanza al tutto, in quanto in ogni livello l’obiettivo è colorare il più possibile… ogni cosa colorabile, e per farlo dovete passarci sopra dopo aver schiacciato un nemico vernice, ed ovviamente mischiando i colori primari ottenete verde, marrone, viola, evitando l’inchiostro che è come veleno, e non è tanto per mostra in quanto ci sono missioni da completare che richiedono il vostro blob sia di un certo colore. I livelli sono suddivisi in più zone, e per sbloccare la successiva dovete raggiungere un certo punteggio, che si ottiene anche liberando e colorando abitanti dagli edifici, oltre che al generale colorare oggetti grigi, attivare trasformatori che ri-vitalizzano la zona e compiere le missioni che diventano disponibili via via.

Il concept dei colori è buono, non eccelso o speciale ma un qualcosa su cui lavorare, il problema è che il gameplay non va mai davvero oltre quanto mostra nel primo livello, la meccanica cromatica perde l’effetto novità molto velocemente perchè vi trovate a fare sempre le solite cose, saltare su o contro cose per colorarle entro un tempo limite abbastanza indulgente, mediocri e brevissime checkpoint races, “uccidi tutti i nemici in questa zona entro tempo limite”, o “diventa di questo colore, attacca questo edificio e scuoti come maracas i controller finche non hai fatto”, a volte rimescolate assieme o con semplici varianti numeriche tipo “servono 80 punti pittura” invece di 50.

de blob wii screenshot 1

Il gioco prova ad inserire alcune meccaniche per dare più complessità al tutto, ed un pochino migliora, ma sono meccaniche trite, riciclate dal manuale del platformer generico ed ultimamente quasi inutili, anzi un pizzico più fastidiose per via del sistema di controllo estremamente gimmicky che usa il motion control… per usare il motion control, non perchè c’è qualche idea dietro, ed è ridicolo considerando che il tema del gioco è la PITTURA. Questa è letargia, non pigrizia da parte degli sviluppatori. Anche perchè parlando del platforming in sé è molto basico, potete spiccare un salto neanche troppo elevato, e potete saltare rapidi tra pad speciali per raggiungere parti del livello altrimenti inaccessibili…. e basta, tutto qui, neanche un doppio salto (che sarebbe stato più gradito).

Anzi, i controlli sono un problema, perchè sono l’unico vero ostacolo assieme al sistema di collisioni – altro che i nemici e la roba presente nei livelli -visto che il vostro blob scivola anche troppo in giro per le ambientazioni (o viceversa, si appicca troppo ai muri anche quando non volete) ed il fatto che il salto è mappato allo shake del wiimote non aiuta, in quanto non vi permette di calibrare bene il vostro salto, il che unito allo “scivolio” del personaggio (e salti che se mancati vi forzeranno a rifare backtracking mangiatempo in missioni a tempo) vi forzerà a riprovare più volte certe missioni. Non che importi poi moltissimo visto che in molte missioni di “pittura” potete dipingere gli oggetti ed edifici in anticipo e vi vengono contati, il che significa potete facilitarvi molto pure questo.

Ed è un caso di quantità sopra qualità: un numero asfissiante di micro-missioni per livello per mascherare (senza riuscirci) una cronica mancanza di idee, ed il fatto che anche i livelli non siano poi molto differenti l’uno tra l’altro, visto che tanto in ogni caso le missioni da fare sono sempre le stesse e sono di fatto quasi totalmente vuoti (tolte le missioni ed i collezionabili in eccesso non c’è nulla da fare in questi livelli), perchè non c’è quasi nulla da esplorare, almeno liberamente, visto che anche se intuite quell’edificio dovrà essere colorato o purgato, non lo potrete fare fino a che non apparirà la missione in cui…lo dovrete fare, e quando il livello offre più aree meglio distinte l’una dall’altra, spesso il poter proseguire o meno richiede di compiere una missione, è tutto molto rigido.
Avrei preferito un mediocre collectathon dell’era PS1/N64, piuttosto, cosa che vorrei non dire.

de blob wii screenshot 2

Facile capire che il tutto diventa presto noioso, specialmente per il livello di difficoltà quasi inesistente, che coniugato al “dare tante cose da fare al giocatore” (tra missioni e collezionabili di vario tipo spesso in bella vista) da come risultato gioco per bambini. Ok, non mi aspettavo una versione videoludica di Planet Terror, mi aspettavo un platform colorato, sgargiante e divertente, e questo è davvero omogeneizzato, nel senso per bambini… piccoli, molto piccoli, anche un 14 enne lo troverebbe facile e/o noioso, ed il target di età non deve essere una scusa per prodotti di qualità inferiore, i bambini (di qualunque età) si meritano di meglio.

Non lo finirete in 2 ore solo perchè i livelli medio-avanzati (in totale ci sono 10 livelli, btw) aumentano il punteggio richiesto per sbloccare la porta successiva, il che significa dovete per forza fare più missioni, mero riempitivo, caro vecchio padding, come dicono gli americani, ed i controlli “scivolosi” mostrano il fianco via che procedete nel gioco. In ogni caso è cortino, è un altro fottuto gioco che non mostra il tempo di gioco, ma se non lo è, sembra corto, visto il poco contenuto effettivo. Non è un gioco difficile, solo un “consuma tempo”, perchè vi forza a fare di continuo le stesse cose, ci sono alcuni momenti in cui richiede un po’ di impegno, va notato, ma sono troppo pochi ed arrivano troppo tardi per contare davvero. E non vi aspettate grandi sforzi per il livello finale, che ospita l’unico boss del gioco, anch’esso fatto in maniera pigra, prevedibile e priva di immaginazione.

Un peccato perchè il look, la musica ed il tono sono promettenti, ed è a mero livello tecnico un buon titolo Wii,ma appunto, a livello tecnico ed estetico, solo quelli.Avrei preferito la cura riposta nelle cutscene fosse stata dedicata al gameplay vero e proprio, piuttosto. Lo stile grafico lo descriverei come “Cattivissimo Me wannabe” se non fosse uscito due anni prima di quel film, ma ha un feeling simile, con questi blob e personaggi “pucci”.

La colonna sonora allegra e frizzante è la cosa migliore del gioco, più orecchiabile e meglio composta del previsto. La telecamera è generalmente passabile ma in alcuni casi si avvicinerà troppo o non vi seguirà subito, preparatevi a centrarla molto spesso comunque.

Oltre alla modalità Storia (che non è neanche tanto lunga, per il meglio ) ci sono Pittura Libera, inutile in quanto è una sorta di modalità “free play” senza limiti di tempo in cui giocare lo stesso livello, e Blob Party per il multigiocatore da 2 a 4 giocatori, non l’ho provata ed onestamente non mi interessa (anche se da quanto ho visto, sembra molto più interessante del single player), sarà una gara a checkpoint e/o a chi colora più roba entro dato tempo. Se proprio volete c’è tanta roba da fare per completare i livelli al 100 %, ma già ho fatto fatica a non abbandonare il gioco al terzo livello, a finirlo per poter dare un giudizio sul tutto.

Commento Finale

Inky

Se un gioco si dovesse valutare dal solo stile, tono od aspetto grafico, questo sarebbe un buon gioco davvero, ma a livello di gameplay è banale, trito, ha un’idea che offrirebbe alcune applicazioni interessanti, ma che non va oltre al concetto e per “rimediare” a questo offre tonnellate di micro-contenuto monotono, ripetitivo, facile e ripetitivo, che non prova neanche ad usare la struttura dei vecchi collectathon per incitare l’esplorazione dei livelli, ed il solo fatto che sarebbe stata meglio quella è preoccupante.

È divertente all’inizio colorare tutto e vedergli riprendere vita, ma anche questo diventa routine molto velocemente, e tolto l’effetto novità vi accorgete quanto biafrane siano le meccaniche di gioco per sostenere tutto il titolo.
Ci sono giochi peggiori obiettivamente, moltissimi ad essere onesti, ma forse questo è in qualche modo peggio, perchè almeno la maggior parte dei giochi brutti creano una reazione, un’incazzatura da parte del giocatore magari, ma qualcosa. Fosse stato osceno almeno mi avrebbe fatto arrabbiare, ma non è osceno od ingiocabile, è “solo” bruttino, blando ed fin troppo basico per tenere l’attenzione di un giocatore sopra i 10 anni per più di un’ora.

De Blob è blando e pigro (quel tipo di gioco brutto e noioso, il peggior tipo di brutto) tanto da far fatica a criticarlo in quanto induce sonno, da quanto è omogeneizzato ed apprezzabile solo e solamente da un utenza molto (anche troppo) giovane, il che non scusa la poca qualità dell’offerta, anche i bambini si meritano di meglio (anzi, specialmente i bambini). Non so cos’altro dire per tenervi lontani dal titolo Blue Tongue…. solo ZZZZZZZZZZZZZZ.
C’è un seguito uscito per praticamente tutto, ma dubito ci giocherò, prima o poi. O mai.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: