The Lobster [RECENSIONE]

the lobster locandina

Sentii parlare di The Lobster qualche tempo fa su IndieWire, ma non mi informai molto, anche quando ne vidi locandine su locandine nella metro di Londra. E se non fosse stata per pura curiosità, mi sarei perso una delle pochissime proiezioni nelle mie vicinanze (manco una settimana è stato nelle sale) di questo, un peccato perchè solo la premessa mi ha incuriosito tremendamente.

In un futuro non poi così distante, i single sono una pericolosa anomalia per la società, tanto che secondo le regole della città, sono arrestate e trasferite in un hotel, e qui costrette a trovare un partner entro 45 giorni. Se ciò non succede, vengono trasformati in un animale a loro piacere e buttati nella foresta. Problemi sorgono quando un uomo disperato fugge dall’hotel verso il bosco, abitato dai cosiddetti “Solitari”, e si innamora, pur essendo questo un taboo.

Non ho mai sentito una premessa del genere, ed non ho mai visto un mondo distopico come questo, perchè le persone si vestono in maniera moderna, gli ambienti sono moderni, non c’è nulla di tipicamente fantascientifico, non che questo film ne abbia bisogno, viste le rigide, allucinanti e crudeli regole che comandano questo mondo animalesco, in cui coniugarsi è questione di sopravvivenza, una algida necessità, pena un destino orrorifico, il tutto gestito ed inculcato in questo hotel che al contempo è prigione, centro di correzione del comportamento e casa di cura per i malati di mente. La premessa vi dà una buona idea di cosa aspettarvi, ma c’è molto di più.

the lobster solitari

Pur essendo una storia d’amore alquanto inusuale questa di Yorgos Lanthimos, The Lobster è anche una commedia grottesca che fa satira pungente sul tema alquanto attuale dell’educazione sentimentale, delle legioni di uomini e donne che decidono di doversi coniugare per forza come dei verbi (cit.), e decidono di farlo sempre di più attraverso servizi online, automatizzando e riducendo il tutto a superficiali preferenze e prime impressioni, in un rapporto alquanto binario che non prevede errori o mezze misure, e tratta queste come errori del sistema da correggere. Sebbene la pesantezza – se non la fredda brutalità – di certe scene, c’è sempre un risvolto comico leggibile, un humour grottesco – come il mondo dipinto nel film – è sempre dietro l’angolo.

L’unica lamentela che mi sento di fare è che la seconda parte è un po’ tirata per le lunghe e finisce per essere un pò tediosa, ed il finale è di quel tipo in cui il film finisce su una scena cruciale, lasciando intendere il proseguire del tutto ma tagliando e chiudendo lì, lasciando il pubblico incerto dell’esito. Non mi è dispiaciuto, ne l’ho odiato, ma non posso garantire che vi farà lo stesso effetto.
Per il resto, è una fantastica produzione internazionale con un cast eccelso, e con una regia ottima, anche se la scelta di avere una narrazione costante non piacerà a tutti.

Se vi state chiedendo il perchè di questo bizzarro titolo (letteralmente “l’aragosta”), un motivo c’è, ma ve lo lascerò scoprire da voi.😉 …Quando e se il film ricapiterà al cinema, vista la magrissima distribuzione nelle sale.

Commento Finale

the lobster walk

The Lobster è qualcosa che si merita davvero l’aggettivo “originale”: una bizzarra storia d’amore distopica, una commedia grottesca che offre una satira graffiante sulle relazioni sentimentali del mondo di oggi, con un cast eccelso ed ottima regia. Non dimenticherete facilmente questo mondo distopico ma non poi così lontano o alieno, il che lo rende ancora più inquietante.

Non è per tutti, ma chi ama il cinema d’autore e vuole vedere qualcosa di davvero diverso, divertente, fresco ed originale, deve in qualche modo riuscire a vederlo. Brillante, forse non perfetto, ma sa perfettamente di cosa parla.

Straconsigliato, caldamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: