Deadpool [RECENSIONE] (Sì un’altra)

deadpool locandina

Dopo CapRichard, eccomi a dire la mia sul film del “Mercenario Chiaccherone”, perchè l’avrei recensito comunque!

In un momento ciclico dell’industria cinematografica che in questi anni ci bombarba e bombarderà con una pletora di film su supereroi (come già successo circa 30 anni fa), onestamente mi sento già satollo di tizi in calzamaglia che o si menano tra loro o contro cattivoni venuti da qualche sfintere interdimensionale, appunto perchè sembra che l’industria non sappia (di nuovo) altro fare che rubare da altre forme di media ed andare a recuperare personaggi nati negli anni 30 e 40, non che l’industria dei fumetti americana sia meglio visto che una volta fatto anche un nuovo supereroe, figuriamoci se non ci sono serie crossover, reboot completi, volumi su universi paralleli o su versioni alternative del personaggio.

Tornando in recensione, a dir la verità ho letto qualche volume di Deadpool (la serie originale, credo), e devo dire che mi piace, ed al contrario di altri blockbuster come Batman V Superman (la “s” costa troppo, Warner Bros?), sono curioso di vedere come viene trattato il personaggio che mi sta simpatico, quindi questa è un’eccezione che spero paghi bene, signor Wilson.

Nel caso non conosciate il personaggio, Deadpool è essenzialmente un tredicenne irriverente e cazzone nei panni di un superoe armato di pistole, katane ed un potere rigenerativo come Wolverine, con un gusto per le parolaccie esagerate, la volgarità, le citazioni, l’humour “random” e la rottura della quarta parete, ma che è esilarante per la nonchalance e la volontà di prendere per il culo tutto e tutti, specialmente se stesso, sempre al limite tra la parodia di altri superoi ed essere la parodia della parodia di stesso, tra l’essere brillante e totalmente infantile, e Deadpool rimane in quella sottile linea che separa le due.

Una storia di amore, spade e membra tagliate.

Una storia di amore, spade infilate in persone, pistole e membra tagliate.❤

É un film “per adulti” nello stesso modo in cui lo era Conker’s Bad Fur Day rispetto agli altri platform dell’epoca: volutamente e gioiosamente infantile nella sua violenza ed esagerazione, e capace di giocare su quello per divertire davvero. Ma nonostante Deadpool sia ben lontanto dall’essere “un film maturo”, forse non era il caso di portare i bimbi di 7 anni a vedere il film, mie care ed ignoranti genetrici, forse la prossima volta informatevi un briciolo su cosa andate a vedere, invece di lamentarvi e rompere la minchia agli altri, ok?

A livello di storia, non è nulla di incredibile, la tipica “origin story” del personaggio, la cui fidanzata viene rapita, e Deadpool si da al suo salvataggio, tra una battuta e l’altra, facendosi aiutare da Colosso (che ho in grande simpatia) ed un altro X-Men che non conoscevo, perchè no? Ed a ciò corrisponde una durata alquanto contenuta specialmente se paragonata a recenti film sui supereroi, ma va benissimo così, perchè davvero non c’era molto da raccontare, ed alla fine è una commedia con supereroi, cosa che non vediamo molto spesso nelle sale cinematografiche, almeno come film a parte e non scene ironiche come nei recenti titoli Marvel-Disney.

Certo, l’humour di Deadpool è per sua stessa natura tendente al colpire in pieno o mancare il bersaglio in toto nel suo tentare tantissimo di farvi ridere senza sosta, ma le battute e le scene esilaranti superano di gran lunga quelle così e così, ed alla fine diventa facile perdonargli alcune uscite non esilaranti o battutine un po’ troppo “memetiche”. Ed il solito cameo di Stan Lee, che incomincio a trovare quasi irritante, a dirla tutta.

deadpool 2015 screenshot

Ryan Reynolds ritorna nei panni di Deadpool dopo averlo interpretato in X-Men Origins: Wolverine, e come è già stato ampiamente detto da credo chiunque, è perfetto nel ruolo e fa un lavorone nei panni di Wade Wilson, prima e dopo che diventi Deadpool. Buon cast, nel complesso.

Avevo sentito opinioni su come questo non fosse “il diverso film sui superoi che ci aspettavamo”, e mi piacerebbe sapere da cosa avevano dedotto che il film sarebbe stato poi davvero diverso da altri film con supereroi, perchè sono alquanto curioso.

In ogni caso, non importa, perchè che conosciate o meno il personaggio (anche se ovviamente, il film di Tim Miller colpisce nel segno ed è davvero una riuscita trasposizione in forma filmica dell’humour per cui è amata (od odiata) la serie, davvero divertente. Consigliato! A meno che non vi piaccia Deadpool, non che questo fermerà gente a cui non piace di andare a vedere il film comunque giusto per incazzarsi e lamentarsi di come “mi aspettavo tutt’altro”. Sapete chi siete.😉

P.S.: Sarebbe ancora meglio se l’Activision non avesse rigurgitato a prezzo budget il “vecchio” videogame di Deadpool in forma remaster, ma è di Activision che sto parlando, poteva andare peggio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: