[EXPRESSO] Gods Of Egypt 2016

Gods of Egypt

Non prevedevo di recensire questo, ma eccoci qua!

Gods Of Egypt è un film Marvel.

O meglio, è un film Lionsgate che chiaramente voleva scimmiottare i film Marvel senza rendere troppo ovvio (almeno secondo loro) questo, e dopo diversi tiri di dadi e giri di bingo, si decise per un antico egitto in cui gli dei vivevano con gli uomini, ma oltre ad essere grandi il doppio degli uomini, gli dei se feriti sanguinano oro e possono trasformarsi in robot/mostri volanti, tra le altre cose.

Il tutto inizia quando Seth, il dio dell’oltretomba (cioè Gerard “Leonida” Butler), uccide il padre Osiride durante la cerimonia di successione che avrebbe reso Horus il futuro re d’egitto, e ruba a questo gli occhi, utili al suo progetto di dominio sull’egitto, e poi sul mondo intero… Ma un ladro mortale per salvare la sua amata dall’Oltretomba ruba un’occhio di Horus e stringe con lui un’alleanza, che insegnerà al dio di fare meno lo stronzo, essenzialmente.

Potrei parlare ulterioremente dell’imbarazzante trama, ma il tutto ha ben poco a vedere con la mitologia egizia, ed è inutile girarci attorno, Gods Of Egypt è un completo disastro, un guazzabuglio epocale di cose prese a caso ed infilate assieme nella speranza di scimmiottiare proficuamente le produzioni Marvel, che non cercano di scaracchiare continuamente comodità di trama o perlomeno non sono così assurde visto che gli scrittori hanno tirato qualsiasi cosa dentro il calderone. E nonostante le centinaia di milioni spesi, metà delle volte la CGI è ridicola.

Però è anche un film esilarante per tutti i motivi sbagliati ed un involontario paladino del “so bad it’s good,” è un continuo sfacelo ma anche per questo è difficile allontanare lo sguardo, come una rana spalmata su un copertone di un tir.

Comunque, guardatelo quando passa in tv.

fondo di caffè icona

P.S.: Alex Proyas, il regista, reagì male alla previbile reazione di critica e pubblico, dando pressapoco degli imbecilli a chi “non ha capito un cazzo del film”. Immagino senza pensare all’ovvia risposta a tono verso lui, che ha a sua volta si è ovviamente scusato.

Ora, Alex Proyas ha diretto film come Il Corvo e Io, Robot, una cazzata può sempre accadere a chiunque, ma non serve a niente incazzarsi quando la gente chiama la stronzata che hai fatto per nome; o meglio, serve a dare alla gente qualcosa di negativo per cui ricordarsi di te, e purtroppo tendiamo a ricordare meglio i grandi fallimenti che i grandi trionfi.

E sì, c’è anche il ridicolo ma purtroppo non nuovo problema di un cast perlopiù bianco come un raduno del Ku Klux Klan, ma anche con attori egiziani, sarebbe rimasto un disastro comunque.
Ma su questo non ho molto da aggiungere che non sia già stato detto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: