The Day The Clown Cried (1972) 30 MIN EDIT [RECENSIONE?]

The Day The Clown Cried 1972

Circa 2 mesi fa riemerse sul web news sul famigerato The Day The Clown Cried, celebre film ritenuto perduto per decenni visto che Jerry Lewis se ne vergogno così tanto che oltre a mai completare il film in sé, distrusse (quasi) ogni copia e cerco di farlo dimenticare.

Perchè il signor Lewis se ne vergogno? Probabilmente perchè la trama lo vedeva interpretare un clown da circo rinchiuso in un campo di concentramento dal regime nazista e costretto ad intrattenere i bambini prima che venissero mandati alle camere a gas. …Deprimente è un debole eufemismo. Inoltre Lewis stesso affermava che era osceno, a prescindere dal tema “spacca anima”, ed in tal caso… avrebbe più senso.

Ma ovviamente più cerchi di nascondere qualcosa di cui sa l’esistenza, più la curiosità cresce. È inevitabile.

Probabilmente avrete saputo di come una copia del film sarebbe stata donata ad un’istituzione da Lewis stesso, a patto che non sarebbe stata resa pubblica per diversi decenni. Ecco, non credo che quell’accordo in particolare sia saltato, ma comunque è venuta una galla una versione tagliata di 30 minuti del film, ed è in assoluto la prima volta che il film è finalmente visibile, ed è anche se un cut così corto, per qualcosa ritenuto perso da decenni, non è poco davvero, per niente.

Per i curiosi, questo taglio del film fu messo in streaming su Vimeo, ed è da là che ho scaricato il video che userò come base per la mia “analisi/discorso/recensione”.

The Day The Clown Cried 1972 screenshot

 

Quindi parleremo di questa mezz’ora di materiale sul film, perchè la curiosità è immensa, e poter parlare finalmente di The Day The Clown Cried senza rigurgitare informazioni prese da altri è una cosa che non mi sarei mai aspettato di poter fare. Anche se non considerei questa una vera e propria recensione, visto che il video in questione è composto da vari pezzi di footage di diversa natura ed in diverse lingue.

Il materiale offerto è una sorta di amalgama ad alcune papere sul set di Lewis che prova a fare il giocoliere, una scena nel circo con performers in azione, una in cui Lewis sbaglia l’atto e viene poi cacciato via dal capomastro, scene recitate ma in cui si vede illuminazione ed il set, ed altre con stile molto più teatrale che sono notabilmente più recenti del 1972 e sembrano reinterpretazioni complementari di scene mostrate subito prima (almeno in questo video specifico).

Altre pezzi sono retroscena o scene a caso spesso con commento audio in tedesco (a volte si sente l’originale doppiaggio inglese su cui è sovrapposto quello tedesco, ma nel caso di audio tedesco, sarò sincero, non ho capito niente non sapendo che alcune parole di tedesco) o francese, ma meglio di niente, o spezzetti di gente che vede una proiezione del film (o di alcune scene) in una sala cinematografica.

Inoltre, come prevedibile, la qualità video non è una costante.

Sì, questo è un pezzo dello script, probabilmente mai girato o non recuperato.

Sì, questo è un pezzo dello script, probabilmente mai girato o non recuperato.

Ci sono anche schermate di semplice testo bianco su sfondo nero che riportano pagine dello script, che considerato lo stato del film, potrebbero non essere mai state girate, a volte intermezzate da brevi pezzi di scene girate (con doppiaggio in tedesco e sottotitoli in inglese) che proseguono la scena stessa, oltre a citazioni o frasi messe sempre con caratteri bianchi su sfondo nero, queste ultime probabilmente scritte da chi ha montato assieme tutto questo materiale.

Cercando di rattoppare qualcosa della storia, si può capire che questo Helmut Doork è un clown depresso, poiché è stato fregato e derubato dei suoi trucchi del mestiere da un altro clown od artista da circo, un tale Schimdt, e capiamo che questo avviene in una germania nazista. Helmut, sostenuto a lottare dalla moglie e confrontare Schimdt, si ubriaca, offende Schimdt ed Hitler, e poi viene preso da individui vestiti di nero (presubilmente Gestapo).

Si intuisce che come punizione per aver offeso il fuhrer viene preso e portato via treno in un campo di concentramento, dove inizia a fare scherzi e burle con quello che trova, attirando anche diversa gente fuori dalle recensioni e divertendo i bambini, cosa che viene notata dai capoccia nazisti, che dopo averlo ripreso ed intimato di fermarsi una volta, lo ribeccano ad intrattenere i ragazzi, e lo pestano prima di metterlo in un treno assieme ai ragazzi per tenerli buoni.

Ed ovviamente il treno non va a Water Seven, purtroppo. Va verso le “docce” naziste, ed Helmut per aver salva la vita è costretto a scortarsi là ignari, come se andassero a fare una passeggiata. E per quanto riguarda questo video, è tutto davvero.

The Day The Clown Cried 1972 remade theathre scenes

Non parte del film, ma una scena di esso ricreata da altri attori in stile teatrale.

Ecco, pur non avendo modo di vedere il film nella sua pseudo-integralità (ricordo che non venne mai finito), non capisco davvero perchè Jerry Lewis se ne vergognò così tanto di questo film, visto che non sembrava così orribile, come film, anzi, ed anche le reinterpretazioni teatrali delle scene (fatte da Patton Oswalt basandosi sullo script) non sono male. Certamente deprimente dai dialoghi e dalla singola premessa, ma dubito l’intenzione fosse riraccontare l’Olocausto facendolo sventare da Jason Staham e dando ai nazisti come unici dialoghi il “Mein Lieben!” di Wolfenstein 3D.

Forse ho visto troppi film spazzatura negli anni ed ho sviluppato una sorta di immunità od indifferenza al cattivo gusto, ma francamente non lo trovo così squallido, sebbene non possa negare che di cattivo gusto parliamo, e sia ben chiaro, capisco benissimo perchè potesse risultare tremendamente offensivo, ma non riesco a capire, ad “afferrare” davvero la luce così totalmente negativa in cui il regista stesso vide la sua opera, se devo (e devo) essere onesto.

Ma vista la vera spazzatura senza gusto che effettivamente fu finita e pure commercializzata (ho visto roba venduta su DVD in cui potete sentire il regista dire “Ciak!” o scene di lui parlare casualmente con un attore non tagliate nel cut finale), personalmente non avrei visto motivo per dire di no al film.

Una vera e propria curiosità che ogni appassionato od esperto di cinema dovrebbe vedere (cosa che dovrebbe essere possibile se i video rimangono online), se non altro per lo status leggendario creatosi attorno al film, che spero di vedere un giorno nella sua pseudo- completezza, o vedere un remake, che una volta tanto avrebbe davvero senso.

È tutto per quanto riguarda The Day The Clown Cried, ora manca da ritrovare London After Midnight e posso morire felice!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: