[MELEE MANIA EXTRA] The Legend Of Korra PS3 | Fan The (Dumpster) Fire

The Legend Of Korra PS3 logo

Piattaforma: Playstation 3 (solo digitale)

Disponibile anche per: Playstation 4 (solo digitale), X-Box One (solo digitale), X-Box 360 (solo digitale), Steam

Giocato alla/e difficoltà: Normale (difficoltà più alta disponibile dall’inizio)

Introduzione/ Informazioni Generali/ Storia

Ok, mostrerò subito la mia mano: non ho mai visto Legend Of Korra (od Avatar: The Last Airbender, la serie tv od il malignato film live-action di M. Night Shyamalan). Ne ho sentito parlare, anche molto bene, ma non l’ho mai vista la serie. Il mondo andrà avanti anche se mi unisco al coro invisibile senza aver visto Baby Geniuses 2.

Leggo che dovrebbe prendere luogo tra la seconda e terza stagione dell’omonima serie animata Nickelodeon. Mi fiderò di quanto leggo online, non perchè tenda a fidarmi ciecamente dell’internet (anni di internet mi hanno insegnato il contrario, ironicamente), ma perchè di sicuro il gioco non ha nessuna intenzione di spiegarmi una beatissima ceppa dei personaggi, di darmi un briciolo di contesto per quello che succede nella storia.

Capisco il fare un gioco per i fan e non volergli ammorbare con spiegazioni chilometrice di cose che già sanno, ma ho giocato titoli basati su serie che non conosco (o che conosco poco) che almeno vi davano una versione digest della trama o degli eventi precedenti, che vi offrivano delle coordinate per non sentirvi completamente alieni alla narrativa, spesso nel tentativo di “convertirvi”, sì, ma almeno avevate le risposte ad alcune delle 5 W.

The Legend Of Korra PS3 animated cutscenes which i didn't screenshoot myself

Non ho fatto gli screenshot da me perchè non ho modo di farlo con la PS3.

Questo non è il caso, perchè mai vi viene data anche una schermatina di testo che riassume gli eventi precedenti (i dialoghi d’esposizione detti in sottofondo non aiutano molto) e spiega meglio gli obiettivi del protagonista, nulla di nulla, nessun motivo per cui dovrebbe importarvi di cosa succede. L’unica cosa che vi beccate è un’intro in cui vi viene detto che al mondo ci sono i 4 elementi e solo l’Avatar può controllargli tutti, poi siete buttati in media res, capendo solo che “l’Avatar è l’unico a poter ristabilire l’equilibrio”, e senza sapere di cosa o da chi, poi “una settimana prima….”.

I motivi del cattivo per fare quello che fa non sono rivelati fino al penultimo capitolo, e non valeva la pena per il gioco tenerli nascosti fino alla fine, ancor meno per me spiegargli.

Anche se “narrativa” è una parola un po’ forte, perchè questa trama sa davvero da episodio filler di una serie animata, a prenderla per quello che è, ha anche il clichè dell’eroe/eroina che perde i poteri e gli riacquista in tempo per sconfiggere il cattivo generico di turno sigillato X00 anni fa (anche se il suo design è decente ed il colpo di scena che lo riguarda non è male) non far succedere nulla di rilevante per il resto degli eventi o dei pochi personaggi qui presenti.

É come se prendeste uno che non sa assolutamente NULLA di One Piece e lo buttaste a vedere un’arco narrativo filler dell’anime a caso, ed anche in quel caso ci capirebbe qualcosina di più.

Gameplay / Combat System / Controlli

The Legend Of Korra PS3 gameplay

Il titolo Platinum Games fa molte cose irritanti e spesso odiate, come iniziare dandovi tutti i poteri nei primi minuti, poi buttandovi in un mini-gioco che ricorda il dodgeball e la boxe (ok), prima di farvi ritornare al normale gameplay, ma privato dei vari poteri elementali, il che è un pessimo modo di iniziare un gioco, specialmente quando non è come in Metroid in cui potete comunque difendervi bene,

Il fatto che siete privati dei poteri non significa che non avete mosse superpotenti fin da subito, ma che avete a malapena qualche attacco, visto che ogni elemento cambia il vostro stile di combattimento (terra attacchi lenti ma forti, acqua deboli ma rapidi ed a lungo raggio), quindi nella prima ora di gioco dovete fare con un sistema di combattimento davvero monco, con pochi rigidi attacchi (perchè mancano i proiettili ed effetti elementali che dovrebbero accompagnare ogni colpo), mai un buon modo di iniziare.

Se non altro imparate ad usare il contrattacco e la schivata, che vi saranno molto utili, specialmente il contrattacco, visto che qui (al contrario di molti action Platinum in cui siete incentivati a schivare con il giusto tempismo) viene molto ripagato il parare con il giusto tempismo poco prima di essere colpiti, perchè apre il nemico ad una finisher e/o  QTE, o respinge indietro i proiettili.

Non ci vorrà molto per riavere indietro uno degli stili, ma non cambia il fatto che il gioco l’ha fatto solo per potervi dare qualcosa come ricompensa, che è come rubare la scarpa ad uno, farsi inseguire dal proprietario, e poi fargliela trovare, intonza e con un fiocchetto, aspettando che ne sia felice. A proposito degli stili/poteri, una volta riottenuti tutti, vi accorgerete di come siano male bilanciati, che avete usato quello dell’acqua perchè non avevate altro, ed ora serva solo per specifiche barriere elementali o scrigni lontani raggiungibili solo con quel potere, ma non sia preferibile a nessun altro in combattimento.

The Legend Of Korra PS3 levitatin

Poi eh, se pensavate che i nemici avessero resistenze e debolezze elementali specifiche, e che, essendo l’Avatar “l’unico capace di controllare tutti gli elementi”, possiate combinargli per fare cose come ghiaccio, vapore, per combattimento o per risolvere dei puzzle…. rinfilatevi le aspettative nei pantaloni, perchè questo titolo è tutt’altro che il figlio d’amore voluto e desiderato dagli sviluppatori, l’erede al regno, il nipote di Scar, etc. Raramente ho visto uno sviluppatore così capace fare qualcosa con una mancanza di interesse così profonda, anche per un progetto low budget.

Sia chiaro, non c’è nessun problema fondamentale/meccanico con il combat system in sé (anche se le combo ed abilità sono poche nel complesso), ma al gioco non interessa minimante farci qualcosa di interessante, visto come è fin troppo contento di ritirarvi addosso i soliti nemici di fanteria in tanti tafferugli di piccola dimensione, riciclando senza un’oncia di pudore e continuamente la poca varietà di nemici normali e boss (magari ricolorati). Preparatevi a vedere i soliti tre boss umani e robotici riciclati continuamente, anche 6 volte in totale in tutto il gioco, non importa se gli avete affrontati solo un capitolo prima.

Ed altra roba più comune a robaccia low budget d’exploitation pubblicata da D3 Publisher, come i boss che sono solo spugne di punti vita, e per fabbricare un po’ di sfida il gioco deve ricorrere a diversi colpi bassi, come tirarvi tutti i boss addosso, tirarvi addosso due boss in una piccola arena i cui bordi vi danneggiano, tutte puttanate del genere pur di prolungare un gioco comunque cortissimo, anche al costo di usare punte di difficoltà artificiali e improvvise in un gioco altrimenti non così difficile o facile.

The Legend Of Korra PS3 the three douches of the recyclocalypse

Il level design non aiuta, con poche ambientazioni piene di corridoi, vicoli e passaggi indistinguibili l’uno dall’altro, e giusto lo spazio per un po’ di platforming, spesso per raggiungere scrigni che contengono collezionabili (la cui rarità dipende da quanto potente e rapida è la combo che usate per aprirgli), i quali non servono nessuna utilità a livello di gameplay, se non che vengono contati a fine livello e vi danno un bonus di anime (la valuta del gioco) proporzionato al numero e rarità di oggetti raccolti.

A questo proposito, non c’è molto su cui spendere i propri soldi/anime, od a livello di progressione del personaggio in generale. Sbloccate mosse per un certo stile semplicemente usandolo e facendolo salire di livello, e ci sono poche combo complesse od abilità specifiche per uno stile, e poca roba di essa da sbloccare in generale, assieme ad oggetti curativi, artefatti che danno bonus, uno dei quali dimostra da solo la mancanza di equilibrio nel gameplay, visto la presenza di un oggetto equipaggiabile che vi ridà gradualmente salute, il che è un’ammissione da parte degli sviluppatori di come male fosse bilanciata la difficoltà.

L’unica concessione a livello di varietà sono sezioni pseudo-runner a cavallo di Naga, il cane gigante di Korra (che ricordano molto le sezioni di corsa su animali di Crash Bandicoot ed altri platformer 3D), nulla di originale, ma sono gradevoli ed il fatto che accadono più volte non è un problema visto che riacquisendo poteri ottenete abilità usabili anche in queste sezioni (come scudi, doppio salto, etc.), e potete riprovarle da sole dopo aver finito il capitolo in cui appaiono.

The Legend Of Korra PS3 Unbearable

BODEGAH!

Parleremo meglio del mini-gioco di Pro-Bending nella sezione successiva.

Stile / Tecnica / Contenuto

Come già detto, il gioco ha molto poco contenuto effettivo, e si ricicla di continuo per la sua comunque cortissima campagna, che si salva dall’essere imbarazzante quando esistono giochi con story mode che durano 1 ora. Ma per quanto corta è (circa x ore), è comunque un po’ troppo lunga per quello che ha da offrire, anche se – volendo – la brevità imbarazzante del gioco è una “benedizione” camuffata, visto che non avevo bisogno che durasse più un titolo di questa… qualità.

Anche a livello tecnico c’è molto che lascia a desiderare. Il cel shading su Korra e su certi nemici è buono, ma il resto delle texture sono di mediocre/bassa qualità, gli effetti particellari sono ok, ma in ogni caso a livello tecnico è un titolo low budget, non ai livelli di EDF o Senran Kagura, ma non è sbagliato definirlo tale, visti i livelli di produzione che non impressionano, anzi, specialmente per una release del 2014 da Activision e Platinum Games.

Se non altro ci sono delle cutscene animate (non so se prese dalla serie Nickelodeon o meno) di decente/buona qualità ad aprire e chiudere i capitoli, il doppiaggio (slo in americano, come tutti i testi a schermo) è invece assai competente, buono, anche se i dialoghi di Korra sono solo ok, decenti ma un po’ generici, la sua doppiatrice (presumo la stessa della serie tv) recita le battute in maniera convincente e con decente trasporto.

The Legend Of Korra cutscene which i didn't screenshot myself agaian

Non ho fatto gli screenshot da me perchè non ho modo di farlo con la PS3 (part deux).

La musica è invece incredibilmente generica (di nuovo, non so se è presa dalla serie tv) come lo stile artistico in generale del gioco, anche se non so quanto la licenza aiuti a questo riguardo, onestamente, ma ciònostante non c’è nulla di ispirato o familiare ma fatto con cura o dovizia, è tutto “orientale fantasy” sul generico e poco altro.

Con la stessa motivazione con cui a volte finisco le patatine ai fast food (le ho pagate, ed inoltre trovo ributtante buttare via cibo), ho dato un’occhiata alla modalità Pro-Bending, che diventa disponibile (assieme alla difficoltà più alta) una volta finito il gioco, non perchè credessi che il mini-gioco di “bender dodgeball-boxe” fosse abbastanza buono da meritare una modalità apposita.

Gli concederò questo, è più elaborata del previsto (c’è una schermata iniziale della modalità che spiega chiaramente le varie regole dello sport, quanti round dura un match, come si vince, punteggi, e tecnicalità), visto che ci sono anche tre coppe/livelli di difficoltà, da sbloccare finendo le precedenti leghe, ognuna con 5 squadre da combattere per vincere.

Però rimango incerto se complimentarmi per averci messo impegno in qualcosa che non sembrava degnarne (o sembrava davvero necessario approfondire), o criticare gli sviluppatori per aver perso tempo su questa cosa invece che sul fare il gioco principale migliore, visto che di fatto l’impegno riservato non è molto, e non cambia moltissimo rispetto a quanto visto nella modalità Storia, a livello di gameplay è identico.

The Legend Of Korra PS3 pro bending

Quindi siete sempre Korra, usate sempre solo lo stile dell’acqua, non potete cambiare stile d’attacco, idem per i vostri due compagni di squadra (controllati dall’IA), o per i vostri avversari, visto che avranno sempre gli stessi pattern d’attacco, quindi puoi chiamargli roba come “Platypus Bats” (nome orribile per una squadra sportiva, non importa di cosa) ma non sono molto diversi dei precedenti idioti. E passata la coppa facile, incomincerete a non concludere ogni scontro nel primo round (spesso dovendo decidere l’incontro via un testa a testa) visto che l’IA diventa più aggressiva, e vi farà combattere per tenere la posizione e procedere, ancor più visto che anche gli avversari incominciano a deflettere indietro i colpi, anche più di una volta.

Ma questo serve a meglio mostrare i problemi, perchè quando i match durano di più e sono più impegnativi non significa che il gioco è più divertente, anzi, dicevo, vi accorgerete che i nemici sono costretti ad usare le stesse tattiche vostre per vincere, il che in un miglior gioco avrebbe senso, specialmente per un titolo sportivo (in cui voi ed il vostro avversario partite da situazione neutra di parità), ma qui più la competizione si fa tosta, più vedete i numerosi limiti di questo sistema, la mancanza di profondità e di tattiche vere e proprie (a parte due in croce), l’enfasi sul contrattaccare è gradevole e se non altro è in linea con il normale gameplay del titolo, ma non basta.

C’è qualcosa, ma non basta, specialmente alla difficoltà più alta in cui diventa frustrante, specialmente per come l’IA dei vostri alleati non sembri mai essere (sebbene per poco) in grado di pareggiare quella dei nemici, e venite spinti indietro perchè uno dei tremila proiettili che vola a schermo ha colpito un vostro alleato giusto 1 millesimo di secondo prima del vostro, cosa che capita fin troppe volte, da diventare sospetta, per così dire.

The Legend Of Korra PS3 pro bending cinematic

Anche se il gioco “non bara”, mi sono stufato di riprovare e non ho mai finito la lega difficile, non ho più la pazienza/livello di sopportazione a pessimo design come una volta, tanto farlo sblocca solo un artefatto, non che vogliate ritornarci sopra, a meno che non siate dei masochisti E “cacciatori di trofei/achievements”.

Non mangerò la patatina fritta muffita avanzata nel piatto perchè “i bambini in Africa muoiono di fame”, non serve a nessuno. Magari era meglio spendere tempo sul fare il gioco normale meglio, sì.

Non c’è multiplayer di sorta, locale od online, o DLC, non che nessuna di queste cose servisse.

Considerazioni Finali

Legend Of Korra fu criticato pesantemente ovunque quando uscì, e si meritò ogni critica, ed anche sapendolo, è difficile credere che questa schifezza fatta con zero energia, passione o competenza porti il logo Platinum Games. Comprendo che non puoi lavorare solo sulle licenze che vuoi o conosci, ma roba di questa qualità è imperdonabile, è la definizione di “cash grab”, qualcosa fatto solo per cercare di cavare soldi dagli appassionati della serie Nickelodeon, o sfortunati che non conoscono la serie ma l’hanno giocato perchè è un gioco Platinum Games.

Di sicuro non era per questi ultimi, con una trama originale ma incredibilmente pedestre e banale, ed una narrativa che non dà nessun contesto, anche piccolo, agli eventi, ai personaggi, ai luoghi, anche solo per non alienarvi completamente, ma no, personaggi che non conoscete parlano di altri personaggi che non conoscete, magari sottovoce od in sottofondo, e solo in inglese, senza neanche sottotitoli in italiano per le cutscene (bene animate e con un doppiaggio americano buono) o per i testi a schermo.

The Legend Of Korra PS3 Pro Bending announcer

Una delle poche attenuanti è che almeno questo è uscito solo in digitale, al prezzo di 15 euro di listino, non a 40 o 60, confermando i timori che ebbi quando venni a conoscenza del fatto che non sarebbe uscito in versione fisica. Probabilmente è perchè anche Activision sapeva che non l’avrebbe passata facilmente liscia in quel caso, e sapeva della robaccia che aveva per mano (che in digitale non potevate portare indietro al Gamestop o farvi rimborsare), ma non è l’offesa peggiore del mondo.

Certo, è talmente disperato e spudorato nel riciclare di continuo il suo poco contenuto, quasi peggio della robaccia che la D3 Publisher pubblica, il che non scusa il pessimo lavoro fatto qui, per niente. Ancora più amaro è come ci siano stati due videogame basati sulla serie, l’altro uno strategico a turni per 3DS, che ovviamente noi europei non abbiamo visto.

Non che debba ribadirlo, ma no, non consiglio questo videogame di The Legend Of Korra a nessuno, fan o meno, se proprio DOVETE togliervi la curiosità (magari in quanto fan della serie) pagatelo 2/3 euro massimo, ma non vi divertirete, questo è un brutto, brutto gioco senz’anima, un brutto gioco su licenza senz’anima.

4 su 10.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: