Splatoon 2 NSWITCH [RECENSIONE] | Ink Me Twice

Splatoon 2.jpg

Non ho recensito Splatoon 2 all’uscita perchè al tempo ero sprovvisto di Switch, e per quanto volessi essenzialmente prendere la console per questo ed alcune altre esclusive (ma specialmente questo), non lo feci subito causa prudenza personale, e portafogli non in grado di prendere tale colpo alla leggera.

Ma da allora ho rimediato, e con il gioco che celebra il suo primo anniversario, direi che è il momento di recensire Splatoon 2, il seguito dell’eccelsa nuova serie Nintendo debuttata sullo sfortunato/malconcepito Wii U.

Let’s Squid And Kid, again. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

[EXPRESSO] Dead Island Survivors iOS | Zombie Defense

Dead Island Survivors iOS.PNG

Probabilmente per ricordare che sì, Dead Island esiste ancora come franchise e Dead Island 2 non è stato cannato, ecco arrivare uno spin-off per cellulari da Deep Silver e Fish Labs, lo stesso sviluppatore dietro Sacred Legends, un pessimo biglietto da visita che mette in allerta fin da subito.

Ambientato su isole piene di infetti, con personaggi che presumo saranno in Dead Island 2 (e Xian Mei lì per fare franchising), il gioco è uno di quei tower defense che sì vi fa preparare trappole e marchingegni prima di affrontare le orde, ma vi fa anche agire direttamente come supporto (con armi ed oggetti vari) affinchè gli zombi cadano nelle trappole ed in generale non arrivino alla zona da proteggere, ricompensandovi con superstiti e denaro nel caso di vittoria.

Ed a mia sorpresa….. è ok, è un gioco decente, nonostante il combat system diretto sia basilare (e muoversi ed attaccare siano entrambi regolati da tocco, assai preferibile almeno l’opzione per un analogico virtuale), con una buona varietà di trappole/marchingegni, un crescente bestiario di zombi con varie abilità e debolezze, e con un briciolò di varietà dato da stage in cui dovete andare a riparare basi con marchingegni rotti per respingere l’orda in arrivo.

Peccato che è un free-to-play, ed uno che sebbene non abbia una barra d’energia a limitare l’accesso agli stage, ha tutte le altre trappole: più tipi di valuta, esasperanti timer per aprire le casse datevi in ricompensa (ed ovviamente personaggi e trappole sono gestiti come carte), così da farvi pagare cifre ridicole per ottenere qualcosa che già avete, e per scoraggiarvi da fare altri livelli se non avete più spazi per le casse/valigie da aprire. Tutto può essere risolto e sbloccato instantaneamente da pacchetti di gemme da pagare con soldi veri, come è orrenda “normalità” (blargh).

Peccato.

americano icona