Miscel-O-Rama #5

miscelorama-n-5

* infiniti repeat della cover di Halloween Town fatta da Marylin Manson * Leggi il seguito di questo post »

[EXPRESSO] Moon NDS

moon-nds-cover

Sviluppato da Renegade Kid, Moon è senza dubbio un titolo alquanto ambizioso per il DS.

Essenzialmente è un FPS che usa la combinazione di stilo per muovere la visuale sullo schermo inferiore (con parziale autolock del reticolo per aiutarvi), il d-pad per muoversi ed il dorsale L per sparare, che non è un gamepad o la combo mouse + tastiera, ma è funzionale seppur richieda un po’ di abitudine.

La premessa è presa dal barattolo dei clichè di fantascienza, nello specifico quelli sulla luna (vedi titolo), con un gruppo di astronauti che scopre qualcosa di inaspettato nel laboratorio sulla sfera au fromage, nulla di particolare merito, ma i dialoghi sono decenti, e la presentazione ottima, con tanto di filmati di discretà qualità.

Tecnicamente è impressionante per un titolo DS, davvero impressionante, con modelli 3D ed un motore di gioco creato da zero su misura dai Renegade Kid, e gira più che bene, perfettamente fluido.

Moon non è un FPS frenetico, il che si riflette sulla quantità di nemici presenti alla volta e sul ritmo dell’esperienza, più lento ed esplorativo, tanto che oltre al piccolo ma buon arsenale d’armi avete un drone che è essenziale per le numerosi parti puzzle del gioco che richiedono di passare in spazi angusti, e ci sono anche sezioni in cui guidate un dune buggy, quindi la varietà c’è.

E sebbene sia un’affair molto lineare, ci sono alcuni documenti extra e collezionabili che servono per sbloccare capitoli extra, anche se non è particolarmente corto, solo lungo il giusto, ed ha un discreto livello di difficoltà.

Peccato per una varietà di nemici ridotta, e posso capire i corridoi simili/uguali tra loro per qualcosa del genere su DS, molto meno roba come boss riciclati. Altrimenti, buon FPS per DS, ma se fosse su PC o console? Solo “ok”.

decaffeinato icona

P.S.: Devo dire che però trovo gli FPS su handheld frustranti da recensire, perchè provo ad immaginarmi come sarebbero con un sistema di controllo normale, ma d’altro canto il compromesso tra hardware e giocabilità era inevitabile in casi come questi.

Meglio del fps di GITS Stand Alone Complex per PSP, per quello che vale posso dire questo, è un gioco più che decente.

Miscel-O-Rama #4

miscelorama-4

Can You Feel The October? (Sonic R remix) Leggi il seguito di questo post »

Miscel-O-Rama #3

miscelorama-n-3

Sponsorizzato da Slurm Industries e Coccodrilli Gommosi Limited.

Leggi il seguito di questo post »

[MELEE MANIA: MUSOU A-GO-GO] Dynasty Warriors Gundam PS3

Demolition Girl PS2 [RECENSIONE]

demolition girl ps2 cover

Come avevo promesso pubblicamente su Facebook, ecco la recensione di Demolition Girl, in quella che sembra l’interminabile saga tra me e la Tamsoft, perchè ogni recensore di videogames sembra avere una compagnia invisa che portano per bocca spesso, evidentemente, visto che ho la mia piccola “LJN” da usare come bersaglio, visto che sono prolifici sviluppatori di spazzatura, monneza che però ha sempre qualcosa di assurdo che mi incuriosisce ed attira, devo ammettere.

C’è da dire che ho “paura” quando anche Mark Bussler (Classic Game Room), la persona più positiva che conosco in questo business delle video recensioni, non ha manco una parola buona per un titolo del genere, e non riesce a passarci sopra neanche ridendo o facendo battute sull’Atari.

Demolition Girl, altra roba Tamsoft ed altra spazzatura con il marchio 505 Games, ok, di cosa parla? Leggi il seguito di questo post »

[EXPRESSO] Alien Syndrome WII

alien syndrome wii cover

Un sequel/versione moderna dell’omonimo titolo per Sega Genesis/Megadrive, Alien Syndrome per Wii invece di uno shooter 2D a scorrimento laterale è un twin stick shooter con elementi gdr e sistemi da dungeon crawler. C’è una storia …….. di cui me ne sono fregato in toto, francamente.

Ma puoi spruzzare gdr quanto ti pare, e non cambierai in meglio un’esperienza assai letargica, arcaica e noiosa, anzi in questo caso serve più per oberare il giocatore con meccaniche superflue. Anche se l’idea del robot che vi segue fornendovi fuoco di supporto e crafting di oggetti è ben pensata. Meno gli orribili mini-giochi.

Non solo il fatto che questo è un porting da PSP fa sembrare il titolo qualcosa uscito duranti i primi anni della PS2, ma anche a livello di gameplay abbiamo qualcosa di vecchio, arcaico e per niente divertente. Vi trascinate in livelli dal design triste e spesso orribile in cui trovate una discreta varietà di nemici (che poco conta visto il continuo reskin e riciclo) noiosi da combattere che respawanano di continuo e spesso sono pure ignorabili.

No davvero, potete correre ed ignorare anche nemici boss se non hanno un oggetto che vi serve. Ma dovrete combatterli vista la necessità di grindare ed uccidere nemici anche solo per poter ottenere oggetti, quello e per aiutarvi a finire le quantità deliranti di punti vita dei boss che comunque sono altrettanto noiosi da combattere.

Almeno finchè il gioco decide di usare qualsiasi colpo basso possibile (come riciclare boss e tirarvi addosso orde di questi in corridoi stretti) per frustrarvi e fabbricare “difficoltà”.

Inoltre è lungo, comicamente, incredibilmente lungo quando poteva/doveva tranquillamente finire molto molto prima.

È giocabile, supporta 4 giocatori in locale, ma Alien Syndrome è così arcaico, noioso, monotono, così mediocre e frustrante che non vale l’attenzione di nessuno.

Merda secca. SCHIFO.

fondo di caffè icona

P.S.: Questo è un altro di quelli che non ho finito, anche perchè controllai per curiosità su una guida quanto mi mancasse per finirlo e con orrore scoprii ancora di essere a malapena oltre la metà, quando ormai pensavo di essere vicino alla fine (che già allora sarebbe stata fin troppo prolungata).

E visto che il livello dov’ero era orribile e lunghissimo, ho deciso di non trascinarmi fino alla fine per questo schifo di gioco. Non mi odio così tanto. Ed anche se ci fosse un buono per sesso orale alla fine del gioco, non ne varrebbe la pena.

Veleno Pubblico, Zeloti Spaziali e Cecchini Suicidi

Suicide Squad ed i pomodori marci

Sicuramente il concetto di “tutto per il popolo” è ormai assimilato dal grosso pubblico… almeno inteso come “tutto per me, come voglio io”. É la solita inutile gara tra aspettativa e realtà, superflua perchè nonostante estensive ricerche di mercato continue che pensano di poter prevedere i desideri del pubblico, la gente raramente sa cosa vuole, e quando lo sa non lo dice. Il pubblico estensivamente vuole che le sue voglie segrete (nel senso che neanche lui sa di voler una cosa finchè non la ottiene) vengano indovinate da una manica di sconosciuti. Quello o quando lo sa vuole la solita cosa di continuo, di continuo, di continuo….

E sia chiaro, non sto dicendo che il pubblico debba andare contro sé stesso, il ruolo del consumatore (idealmente) è trovare quello che lui ritiene il miglior affare per sé, e basta. Il consumatore deve curare il suo interesse, che sembra una cosa egoistica, ma è invece il ruolo giusto nel mercato.

Dico questo perché molti finiscono per andare oltre questo, e voglio parlare un po’ del fenomeno in generale, partendo dal pubblico invece che dai critici o le corporazioni. Non sono qui per “risolvere” un problema che mai si risolverà, piuttosto per analizzare il sempre maggiore impatto e presenza del pubblico nell’industria di film, videogame ed intrattenimento in generale. Leggi il seguito di questo post »

Earth Defense Force 2: Invaders From Planet Space PS Vita [RECENSIONE]

EDF 2 Invaders From Planet Space

Sì, ancora EDF! EDF! EDF! EDF! EDF! Ed EDF!

Stavolta affrontiamo l’episodio per PS Vita, Earth Defense Force 2: Invaders From Planet Space, che già dal titolo infonde il suo amore per quella fantascienza retrò che omaggia a piè sospinto.

Questo in realtà non è un titolo inedito, ma un porting/remake del secondo episodio della serie (come il titolo implicherebbe), uscito anni fa su PS2 sotto il titolo di Global Defence Force, ed inedito in america fino ad ora (il che è strano), ma portato nel vecchio continente. Misteri del marketing (circa). Leggi il seguito di questo post »

[ANISURGE!] Redline