[MELEE MANIA: MUSOU A-GO-GO] Ninety Nine Nights II X360

[MELEE MANIA: MUSOU A-GO-GO] Warriors: Legends Of Troy X360

[EXPRESSO] La Bella E La Bestia (2017) | Be My Live-Action Guest, I Guess

La Bella E La Bestia 2017 poster

Se c’è qualcosa che si può dire su questo film, è che esattamente quello che mi aspettavo dopo averne sentito alcuni commenti e letto alcune recensioni brevi.

Il che significa che non è un film brutto, ma uno di cui mi chiedo il perchè della sua esistenza. Domanda retorica, vista la disperazione e pigrizia in cui versa questa parte dell’industria, con il trend di riadattare in live-action opere nate ed amate come film animati (non solo Disney) anche perchè il pubblico generale si è abituato a non dover scomodare di un millimetro la propria immaginazione, ed a ripudiare l’animazione tradizionale, ritenendo più “dignitoso” qualcosa che è comunque un cartone animato con attori famosi in carne ed ossa.

Dico questo perchè non c’è molto da proferire su questo remake live-action che è fin troppo fedele alla versione animata della stessa Disney: sì, ci sono tanti piccoli cambiamenti, ma così minimali da rendere ovvio che sono nati dal dovergli fare. Notabilmente, ci sono molti più numeri musicali che lo portano in pieno territorio musical, con risultati gradevoli ma spesso fin troppo pedanti alla narrazione, messì lì “perchè qualcosa lo dobbiamo per forza cambiare”.

Sì, c’è un personaggio nuovo, LeTont, dichiaratamente gay, ma la sua importanza narrativa è quasi nulla, così come superflui sono i brevi retroscena su Gaston e la madre di Belle. Nulla che rovini quella che è comunque una bellissima favola senza tempo, anche se non sembrerebbe, visto quanto è sentito il bisogno di rivedere e rifare questi film senza tempo, cambiando qualcosa per non cambiare davvero nulla di importante.

É un film molto gradevole, splendidamente prodotto, con un’ottimo cast che si è senza dubbio divertito, ma è profondamente cinico e privo di anima propria. Se vi è piaciuta la versione animata, vi piacerà anche questo dispensabile adattamento live-action. Meh.

americano icona

[EXPRESSO] The Great Wall (2017)

the-great-wall-locandina

Non parleremo di whitewashing, perchè più che ci penso (e ci ho pensato, abbastanza da farci un’editoriale sopra) e più è una parola del cazzo e priva di senso, specialmente in questo caso.

Quindi parliamo di cose serie, parliamo di The Great Wall, blockbuster action fantasy da Zhang Yimou (Hero, La Foresta Dei Pugnali Volanti, ed altri), ed è da un po’ che non dico questo insieme di parole senza una pila di sarcasmo pronta a partirmi dal fondo della gola. Quindi grazie signor Zhang per aver interrotto questa mia abitudine. La trama? Detta subito.

Matt Damon e Pedro Pascal si avventurano fino alla Grande Muraglia Cinese per prendere della potentissima polvere pirica, vengono catturati dalle guardie che difendono la celebre costruzione cinese (con armature colorate stile Dynasty Warriors), che qui esiste per difendere la Muraglia da una razza di mostri intelligenti (strani ibridi tra cani e rettili, bei design) che attaccano ogni 60 anni, e che se non fermati si diffonderanno per il resto del mondo.

E nonostante fosse venuto lì come ladro, Matt Damon si ricorda che è Matt Damon, decide di aiutare i guerrieri e fare l’eroe in questa impresa disperata, mentre Pedro Pascal e William Dafoe complottano per approfittare della cosa e fuggire con la potente “polvere nera”, perchè cos’altro deve fare William Dafoe in mezzo alla cina medioevale?

Non è il tipo di film più complesso del mondo, anzi, ma è girato davvero bene, con bellissimi paesaggi, mostri interessanti, ottime scene d’azione, un blockbuster che è costato un fottio per dare un gran spettacolo, davvero curato e ben fatto, non per una decadente campagna di marketing e poi per il film in sè.

Ed a sorpresa, non c’è nessuna storia d’amore forzata e trita tra il protagonista estraneo e la leale guerriera.

Molto divertente, consigliato.

expresso icona

[MELEE MANIA: MUSOU A-GO-GO] Dynasty Warriors 8 Empires PS4

Sì, non è uno screenshot pulito, ma in questo caso non posso farci davvero nulla, e non ne varrebbe la pena, come capirete leggendo.

Leggi il seguito di questo post »

[MELEE MANIA: MUSOU A-GO-GO] Dragon Quest Heroes: The World Tree’s Woe And The Blight Below PS4

[EXPRESSO] Chrimson Shroud 3DSDDL

crimson_shroud_logo

Non sono stato svezzato a pane e D&D, né mi sono mai avvicinato al gdr “carta e penna”. Ma non è necessario sapere molto di questi per godersi questo peculiare gdr da Yasui Matsuno, già leggendario per Ogre Tactics, Final Fantasy Tactics e Vagrant Story.

Il tributo ai gdr tabletop della “vecchia scuola” non si limita al fatto che i personaggi sono letteralmente statuine messe su mappe, alla forte componente testuale e le scelte da compiere, ma anche all’elemento dei dadi a più facce, che sono un vero e proprio elemento del gameplay, in quanto alcune abilità od eventi richiedono che tirando i dadi ottieniate una certa somma, che sia ottenere dei PM od evitare uno scontro con un gruppo di nemici.

La cosa buona è che l’elemento chance è calibrato bene in modo da offrire rischio ma non relegare le battaglie al puro caso, e diavolo se questo è un buon combat system, profondo, tradizionale ma con alcune modifiche come l’assenza di livelli che aiutano a farvi concentrare sul puro combattimento a turni, ed a imparare le sue intricatezze, il che vi servirà perchè il gioco non scherza, e vuole che pensiate se è meglio curare alleati o sfruttare il peculiare sistema di combo elementali.

E nonostante il look molto statico – visto che i personaggi sono letteralmente statue nelle cutscene – il testo è molto ben scritto, e la storia, sebbene non superlativa, può risultare interessante e matura, anche se i dettagli vanno cercati dal giocatore se vuole saperne di più. Comunque il gioco riesce nel creare un’atmosfera di mistero, scoperta ed avventura.

Peccato per la durata ridotta ed alcune parti davvero ottuse, ma per il prezzo basso può valerne la pena se volete un’esperienza gdr particolare, perchè senza dubbio Crimson Shroud lo è. Non perfetto, ma buono.

expresso icona

P.S.: Con “alcune parti davvero ottuse” intendo nello specifico quando nel secondo capitolo vi serve un’oggetto per illuminare un area, ma dovete indovinare che questo è lasciato da scheletri maghi che appaiono in una zona precisa. Ed ovviamente se l’oggetto è lasciato cadere dai nemici in questione dipende da RNG non particolarmente benevolo.