[EXPRESSO] Premonitions (2015)

Solace - Premonitions locandina

Quando una serie di misteriosi ed incredibilmente perfetti omicidi mette in crisi le ricerche, il capo della polizia si trova costretto a richiamare dall’isolamento un suo vecchio amico e collega dotato di poteri paranormali che gli permettono di avere premonizioni o deja-vu. Il caso però presto si rivela molto più complicato del previsto, vista l’eccessiva precisione con cui l’assassino si muove ed agisce, come se sapesse sempre cosa fare…

L’idea non è male, ed il film non è totalmente da buttare, Anthony Hopkins nel ruolo dello psichico fa del suo meglio ed il suo carisma aiuta tremendamente, ma questo è un caso esemplare di pessima esecuzione, con un film che ha due personaggi (non attori) che hanno letto e sanno lo script a memoria, ed offendono l’intelligenza dello spettatore ribadendo più e più volte le cose che accadranno o sono accadute attraverso sequenze flashback/flashforward che sembrano più video musicali, e si prendono cura di ribadire ulteriormente con i soliti indizi ovvi cosa sta per succedere anche qualche secondo prima che succeda.

É assolutamente ridicolo, risibile, e come “bonus” il regista cerca di fare il ”figo” in queste sequenze, ma il risultato è pretenzioso e basta. Questa esecuzione pessima rovina quasi totalmente il resto del film, perchè poi le recitazioni non sarebbero così brutte, il dramma… ok, anche se così così, ma come è tutto eseguito è difficile prendere sul serio o provare interesse nel vedere il mistero dipanarsi quando i personaggi principali di un thriller sembrano lavorare attivamente ad assicurarsi che non dubitiate di NULLA. Almeno il finale è un pò una sorpresa ed ha senso, peccato per il taglio finale pre-crediti assai frettoloso.

Non è un buon film, faccio fatica a definirlo mediocre, ma ho visto di peggio. Almeno si ride, anche se spesso non per i motivi giusti. Mhhhhhh.

americano icona

The Weakly Hobbyt #126

The Weakly Hobbyt #126

Salve, compagni mortali di questo viaggio sorprendente chiamato Vita. E’ una buia domenica di Novembre in quel di Paderborn, sgobbo sulla tesi ogni giorno, weekend inclusi, e il tempo per scrivervi qualche bell’articolo è sempre meno, con l’assenza di Alteridan poi (a cui auguriamo ogni bene col recupero del suo PC) la cosa non si fa più facile.
MA.
Ma siamo ancora qui, arrivati al numero 126 che, quando scrissi le prime righe del primo Weakly Hobbyt, non avevo neanche immaginato. Quest’oggi, come 110 numeri fa, parliamo anzitutto di Thor, che è tornato sullo schermo argenteo con un nuovo bel film da gustare (in Italia esce il 20 Novembre, noi crucchi ce lo godiamo già dal 31 Ottobre) in attesa che la Fase 2 dei Vendicatori arrivi al suo compimento, ma non solo! Wise, ancora non ripreso da Halloween, e per fortuna direi in questo caso, ci regala le recensioni di Zombie U e Dead Space 3, due titoli in teoria horror, e visto che mi sono dedicato ormai alla causa gallica, vi ci ho aggiunto anche la recensione dell’albo Asterix e la Zizzania.

Tutto qui! 😉

Buona Lettura!

Leggi il seguito di questo post »

The Weakly Hobbyt #16

The Weakly Hobbyt #16

Bentornati, spero sazi e vogliosi di una chiacchiera dopo la settimana di Pasqua appena conclusasi.
Vi scrivo dalla piovosa Potenza quest’oggi, prima di ripartire Martedì per le pianure e foreste tedesche. Non perdiamo altro tempo, perciò, e gustatevi i nostri articoli che parleranno di:

  • Thor
  • GorillaZ – The Fall
  • Spider-Man Collection 4
  • Swords & Soldiers
  • Sacred + Underworld

Leggi il seguito di questo post »