[Melee Mania EXTRA #3] Afro Samurai

afro samurai videogame logo Leggi il seguito di questo post »

Donne-gatto e zombi: a volte ritornano…

Blade Kitten to be continued not

Mi hanno smentito. Non me l’aspettavo.

 

Allora, tempo fa recensii Blade Kitten, un action platfomer dagli sviluppatore di Ty The Tasmanian Tiger, The Legend Of Spyro e Star Wars: The Force Unleashed, tra gli altri.

Una cosa risibile del gioco in questione era come il titolo in realtà fosse “parte 1” e quindi per vedere la conclusione si dovesse aspettare almeno un altro episodio, o più. Solo che la compagnia ebbe molti problemi, e rimase defunta per un pò, lasciando tra le altre cose un gioco come Blade Kitten praticamente incompiuto, monco. Non che fosse il primo caso, a memoria c’è anche roba come Eternity’s Child, ancora oggi mai completato dallo sviluppatore e lasciato al primo capitolo e basta.

Questo almeno fino ad ora. Sì, dopo ben 5 anni è arrivato il secondo episodio, acquistabile come DLC per il gioco originale ed in versione completa (solo su Steam, per ora), e secondo Siliconera e la pagina Steam, questa è la conclusione vera e propria, con nuovi livelli, armi, collezionabili, etc.

Non so voi, ma è una notizia davvero inaspettata questa, a dir poco, visto che – siamo sinceri – la gente non era propriamente a protestare nelle strade per vederne la fine, e probabilmente vi sarete anche dimenticati che il titolo doveva ricevere una seconda parte/conclusione, in questi 5 anni avrete giustamente avuto altro da fare.  Meglio tardi che mai, immagino.

Come scritti tempo fa, il gioco era ok, nel senso godibile pur essendo un pò mediocre,  ma non so se recensirò la parte mancante, se mai la rilasceranno su X-Box Live Arcade, anche se costa solo 5 euro. Boh, onestamente sono sorpreso solo dal fatto che questo sia successo.

Ci si legge come al solito questo domenica per recensioni di tutto e di più!

Platformation # 6

ty the tasmanian tiger logo

Tempo di parlare di qualche rimasuglio dell’era d’oro di platform con mascotte, molti nati e morti durante l’era PS1/N64, ed alcuni esorditi durante la generazione successiva di console, ma con la “testa” nel passato. Argomento non piccolo, vista la sovrabbondanza di titoli del genere, ma c’è tempo e spazio per tutti! 😀

Una di queste serie è quella di Ty The Tasmanian Tyger, sviluppata da Krome Studios (che lavoreranno poi anche al mediocre Blade Kitten), che esordì nel 2002 per PS2, Gamecube ed X-Box (la versione giocata/recensita è quella PS2, btw), una serie che conta ben tre seguiti (l’ultimo esclusiva Windows 8 e tablet uscito l’anno scorso con il ritorno sul mercato di Krome Studios), di cui forse parleremo in futuro.

Ma oggi è il turno, del primo, chiamato ovviamente (e logicamente) Ty The Tasmanian Tyger. Da non confondere con l’omonimo quarto episodio.

Leggi il seguito di questo post »

The Weakly Hobbyt #131

The Weakly Hobbyt #131

Onestamente avrei voluto iniziare questo Hobbyt con la solita intro goffa/sarcastica, ma non posso non ricordare che oggi (per chi non lo sapesse già) è il giorno finale di quella che è stata dichiaratamente la “Settimana Nera dell’Internet”, sancendo quella che è la morte di internet in italia (visto che ora chiunque potrà denunciare sommariamente la vostra pagina web e l’AGCOM del cazzo la tirerà giù, lasciandoci (ancor più) indietro degli altri paesi, confermando il fatto che come un avversario di Kenshiro “Siamo già morti”.

Nonostante ciò, buona lettura!

Leggi il seguito di questo post »