[EXPRESSO] Tappingo!

Tappingo

Se vi piace Picross (in qualsiasi delle sue numerose incarnazioni su console Nintendo), siete obbligati a recuperare Tappingo!, od almeno a “considerarlo fortemente”.

Il titolo di Goodbye Galaxy Games è chiaramente fatto da gente che (come il sottoscritto) ama Picross, e non ha fatto segreto da cosa fosse ispirato, visto che l’idea generale e lo stile scelto sono molto simili ai videogames Nintendo/Jupiter su questo rompicapo giapponese. Tappingo è un puzzle game in cui il vostro obiettivo è riempire caselle per far apparire un’immagine, con un approccio e stile molto diretto, minimalistico, quasi spartano.

Ma fortunatamente non è un plagio od un clone (di cui tutto sommato l’eShop del Nintendo 3DS non aveva bisogno, visti 5 Picross E forniti da Nintendo stessa per i drogati di picross come me), ma è una variante di sorta, ed una ben fatta, devo dire.
Sebbene l’idea sia sempre quella di riempire caselle per completare varie immagini, dovete pensare in maniera un po’ diversa, visto che le caselle numerate indicano di quanti blocchi dovete estenderle: una casella con un “4” sopra indica che dovete far estendere una linea di 4 caselle in orizzontale o verticale da essa, non di più e non di meno.

Per completare un puzzle dovete estendere ogni casella numerata come indicato, il che è reso meno facile dal fatto che la linea di blocchi smette di estendersi solo quando incontra un’altra linea. Come sempre per i puzzle game, quando gli giocate sono molto più facili da capire.

Come la presentazione, il contenuto è spartano e diretto, con 104 puzzle messi a disposizione, e nient’altro. 100 puzzle non sono molti per questo tipo di gioco, ma pur non essendo all’altezza dei titoli Nintendo, sono ben fatti, ed il gioco costa 3 euro, assai ben spesi, direi. Consigliato agli appassionati di Picross.

expresso icona

Fullblox [3DS] Free-to-play…. fatto bene.

fullblox logo

Ho già parlato dei due orripilanti free-to-play per 3DS targati Pokèmon in separata sede.
Ma oggi no, parliamo dell’inaspettata variante free-to-play di Pullblox/Fallblox, una serie di ottimi puzzle game sviluppati da Intelligent Systems (Fire Emblem, Advance Wars, Paper Mario)per 3DS ed anche Wii U, uscita giusto oggi sull’eShop.

Leggi il seguito di questo post »

[EXPRESSO] Pokèmon Shuffle

pokemon shuffle

Sviluppato da Genius Sonority, Pokèmon Shuffle è un puzzle game del tipo “allinea 3 o più figure spostandole con altre”, solo con meno restrizioni su cosa potete spostare, un numero limitato di mosse per vincere e caratteristiche prese dalla serie principale come i tipi e le loro relazioni di debolezza/resistenza reciproca, con tanto di mega-evoluzione, ed ovviamente la possibilità di catturare i vari mostriciattoli, che possono avere abilità varie, salire di livello ed essere inseriti in un team di massimo 4 pokèmon, che influenza quali tessere appariranno nella schermata di gioco.

Sarebbe un puzzle game carino e potenzialmente addittivo, ma quest’ultima cosa va a detrimento del titolo per via del modello free-to-play adottato.
Questo non è il primo titolo rilasciato dalla Nintendo in questo formato (va ricordato Steel Diver: Sub Wars, anche perchè probabilmente non sapevate manco esistesse), ma è il primo ad adottare la fottutissima formula freemium da titolaccio da smartphone, che anche se non sono ridicole come in Dungeon Keeper Mobile o Candy Crush, sono comunque più che despicabili, per metterla in maniera gentile.

Il problema principale è che giocare una partita costa 1 cuore, i quali si rigenerano uno ogni 30 minuti, e considerate che ogni livello dura neanche un minuto a volte. Ed ovviamente dopo un inizio in cui il gioco vi regala un po’ dei vari oggetti/valute, gli rende rari e vi assalta cercando in ogni bieco modo di spingervi a pagare veri soldi, questo o grinding e ore d’attesa (magari per grindare).

Mi dispiace dirlo, ma vedere queste schifose pratiche da titolacci da cellulare su 3DS è una cosa orripilante, il gioco in sé è carino ma avrei preferito pagarlo 5 euro ed averlo tutto invece di sta merda del freemium. Spero vivamente sia un caso isolato di melma da smarthphone su console, Nintendo.

P.S.: A quanto ho capito il gioco sarebbe pure poco più di un reskin di Pokèmon: Link Battle (altrimenti noto come Battle Trozei, seguito a sua volta di Pokèmon Link/Trozei per il Nintendo DS, ai quali non ho giocato), uscito anche questo come titolo scaricabile per 3DS. Meraviglioso.

americano icona

News Checkpoint #33

Qui Wise e Cele per un numero di “emergenza” del News Checkpoint mentre Alteridan recupera un nuovo PC. Settimana di ritardi, possibili ritorni di grandi nomi del passato, ed anche anticipi imprevisti. Scusate per il ritardo.

Ecco gli argomenti di oggi:

  •  X-Box One già arrivata
  • South Park: The Stick of The Truth ritarda (di nuovo)
  • A volte (forse) ritornano: Warcraft
  • Miiverse e Nintendo ID per 3DS

Leggi il seguito di questo post »

Platformation #2

Bentornati, ed eccoci al secondo numero di quella che spero sarà una rubrica prolifica. 😀 Anche oggi parliamo di un titolo abbastanza misconosciuto (non preoccupatevi, tratterò anche di platform più noti e meno oscuri, ma se c’è modo preferisco dare spazio a titoli meno conosciuti, invece di fare un intero numero su titoli su cui si è già detto tutto e di più…… per dire, vorreste davvero un intero numero della rubrica sull’originale Super Mario Bros. per NES?), Fractured Soul per 3DS, un titolo che in realtà non è nuovo, ma è un progetto per DS annunciato 3-4 anni fa e riemerso dal nulla, sotto forma di titolo scaricabile dall’ e-Shop del Nintendo 3DS nel settembre dell’anno scorso. Una vera sorpresa, perchè mi ricordo l’annuncio di questo particolare platform, ma anche che dopo qualche news, il titolo scivolò nell’oblio dei progetti dimenticati e mai andati in porto… almeno in apparenza.

Leggi il seguito di questo post »