Miscel-O-Rama #3

miscelorama-n-3

Sponsorizzato da Slurm Industries e Coccodrilli Gommosi Limited.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

JPOP & GP Manga VS Kodansha, o l’inevitabile risultato delle proprie azioni

Saint Young Men

So che arrivo a questo party un pò tardi, ma un goccio me lo faccio sempre volentieri, specialmente se ho occasione di offendere GP Publishing di nuovo dopo aver documentato l’orribile qualità della loro edizione di Amanchu.

Questo 17 febbraio si scatenò un vespaio con l’arrivo di questa comunicazione (fonte): Leggi il seguito di questo post »

[GRIND CAFÉ?] Franken Fran è qua, firulì firulà

Avevo parlato tanto tempo fa di Franken Fran, una serie manga dai contenuti a dir poco forti, e mi chiedevo se mai sarebbe arrivata in italia, visto il contenuto altamente discutibile.

Ma ora non me lo devo più chiedere, perchè il primo volume è disponibile anche da noi, edito dalla J-Pop nella collana Splatter (che non mi sorprenderebbe fosse stata creata appositamente per Franken Fran) per 5,90 € a volume, il tutto senza censura di sorta, il mio gore lo vogliono morbosamente dettagliato.

franken fran vol.1 back cover

Il motivo per cui vi mostro solo il retrocopertina del primo volume è perchè non voglio che wordpress mi censuri, quello e perchè la cover è un bel trappolone, che ai fan dell’horror farà capire bene che tipo di roba è, ma può ingannare gente ignara che pensa di andare a leggersi roba pseudo-porno come Highschool Of The Dead. Perchè se trovate qualsiasi cosa in Franken Fran sexy od arrapante, siete dei pericoli per la società o già internati in varie case di cura, o peggio.

Comunque, rinnovo il mio invito a dare un’occhiata al manga di Katsuhisa Kigitsu, ma SOLO agli amanti dell’horror e del gore estremo, perchè Franken Fran è repellente, morboso, schifoso e disgustoso. Purtroppo non è materiale da Grind Cafè, almeno fino a quando non ne faranno un’anime, se mai lo faranno, ma visto che Riki-Oh esiste anche in versione live action, le chance sono buone.

Non che vi serva davvero che ve lo ricordi, con una retrocopertina che presenta una testa su una mano, gatti con teste umane, e la bruco-liceale, più risultati di chirurgia iperdelirante ed ovviamente impossibile. Ma non si sa mai. 😉