[EXPRESSO] Midway Arcade Origins

midway arcade origins x360 cover.jpg

Prendete la vostra De Lorean, è tempo di fare qualche viaggietto, destinazione sale giochi anni 80-90, per la precisione quelle con titoli Midway, un nome di spicco nell’era d’oro delle sale giochi ed anche nell’ambito console dell’epoca.
Questa in realtà è l’ultima di una serie di collection della Midway, iniziata con Midway Arcade Treasures e continuata ora con Origins, che è una sorta di “the best of the Best Of”, in quanto presenta una selezione di titoli già presenti in Treasures 1, 2 e 3.
Non riporto qui la lista dei titoli presenti in Origins, ma vi rimando a wikipedia perchè non sono compresi tutti i titoli delle precedenti raccolte, quindi fate una ricerca per sapere cosa comprate.

Non per dire che questa non sia una brutta raccolta, visto che ci sono ben 34 titoli, tra cui entrambi i Joust, Robotron 2084 e Smash TV, e roba come Pit Fighter che potevano anche evitare di inserire nella raccolta, ma tant’è. Una mancanza che ho notato è quella di N.A.R.C., ero curioso di giocarlo, ma non è qui, probabilmente per lo stesso motivo per il quale non ci sono Mortal Kombat in questa collection, cioè per evitare un rating proibitivo per la violenza ed il gore.

Buona collection che offre ovviamente i porting delle originali versioni arcade dei titoli, , e giocabili con tanti giocatori fino a quanti ne permetteva il cabinato vero e proprio, con opzioni varie per controlli e setting vari. Riguardo i controlli, alcuni titoli avevano qualcosa di particolare nel cabinato originale che non si traslae perfettamente su un controller 360/PS3, ma è un buon compromesso rispetto a spendere migliaia di euro nel recuperare i veri cabinati.

Buona collection, non perfetta od onnicomprensiva, ma un solido acquisto per appassionati di retrogaming od una buona introduzione ad alcuni classici.

expresso icona

P.S.: Questa è la recensione della collection, arriveranno recensioni Expresso dei singoli titoli inclusi in essa prossimamente.

[EXPRESSO] Shadowgrounds Survivors

shadowgrounds survivors

Il primo Shadowgrounds non era nulla di speciale, ma una divertente versione moderna di Robotron 2084 con un tocco di Half-Life e Starship Troopers. Qualche anno dopo Frozenbyte fece uscire Shadowgrounds: Survivors, che sarebbe naturale pensare sia un seguito. Ma no, non è un seguito.

Il gameplay è pressappoco identico, solo che ora le armi sono divise tra 3 personaggi con livelli dedicati e c’è un nuovo ramo di potenziamenti per il personaggio (oltre a quello delle armi), legato ad un semplice sistema di esperienza ottenibile uccidendo i nemici.
Inoltre, il gioco ora è diviso in più livelli piccoli, per lo più nuovi e molto più diretti, senza backtracking di sorta, che è visibile come un miglioramento.

La storia (pur coinvolgendo New Atlantis, alieni ostili e la luna di Ganimede) è completamente diversa e segue 3 sopravvissuti che si ritrovano a dover compiere una missione estrema per sventare l’assalto alieno. É più semplice e si prende meno sul serio rispetto all’originale, ma non posso dire che è meglio, ancor più con la fretta e furia con cui tutto è chiuso.

Una cosa che non è migliorata molto è la grafica (né il doppiaggio, se per quello), ma almeno i modelli dei personaggi sono meno ridicoli di quelli “occhiodipesce” visti nell’originale. E il gioco è corto la metà dell’originale, in 4/5 ore l’avrete finito.
Oltre alla campagna (giocabile in cooperativa locale) c’è la nuova modalità Survival, che si spiega da sola, non molto da dire.

Shadowgrounds: Survivors è una strano caso, simultaneamente peggio e meglio rispetto all’originale. Alcune modifiche sono visibili come miglioramenti, ma d’altro canto le novità sono minimali e dura così poco che poteva essere un DLC in stile “narrazione alternativa/what if scenario”.

Non so perchè Frozenbyte non abbia fatto semplicemente un vero seguito, invece di “Shadowgrounds Reimagined”. Boh.

decaffeinato icona