[EXPRESSO] Life – Non Oltrepassare Il Limite (2017)

Life Non Oltrepassare Il Limite 2017 locandina

Iniziamo con dissipare la frase che spesso vedo usata per descrivere brevemente questo film “è una scopiazzatura di Alien”.

Il che è un po’ una stronzata, perchè questo film ha molto più in comune con IT! The Terror From Beyond Space, film del 1958 con una trama molto simile, ed il quale ispirò a sua volta l’originale Alien di Ridley Scott. Certe idee non sono copyright di qualcosa che credete le abbia inventate, e questo è un media ciclico (come qualsiasi altro), nel bene e nel male.

Detto questo, quella di Life è una storia familiare: forma di vita aliena a bordo di una stazione spaziale, che eventualmente diventa curiosa sul contenuto degli astronauti e si dà alla loro caccia, mentre questi cercano di sopravvivere ed evitare che uccida ancora, o che arrivi sulla Terra.

Ma il film esegue la premessa in maniera diversa a sufficienza da renderla valida, visto che la creatura è inizialmente solo una cellula inerte estratta da un campione del terreno di Marte, ed in generale il tutto è quasi più Gravity che Alien, con maggior realismo e credibilità, e la creatura ha un ottimo design.

C’è del gore, e sebbene più minimale di quanto potreste immaginare, c’è eccome, ed è forse più disgustoso ed adeguato allo stile. Ma il finale è molto tipico del genere, ed in questo caso è ben usato come chiusura del tutto.

Il cast è buono e pieno di facce riconoscibili, tipo Ryan Reynolds e Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson, i personaggi sono simpatetici e caratterizzati decentemente, la regia è buona, e non ci sono momenti morti.

Life ha un suo valore, visto la non-abbondanza di sci-fi horror sul mercato, ed è ben fatto, ma ultimamente è difficile ignorare come giochi fin troppo sul sicuro, confrontato con altri film recenti nel genere.

decaffeinato icona

Starcraft II: Legacy of the Void [Recensione]

og-sc2-legacy-of-the-void

Piattaforma: PC Data di uscita: 10/11/2015

La Blizzard si prende il suo tempo. Il primo Starcraft uscì 17 anni fa. Starcraft 2 uscì nel 2010, ma in modo diverso da quanto ci si potesse aspettare. Invece di avere un gioco “completo”, Starcraft II è stato diviso in 3 espansioni, ognuna incentrata su una razza diversa. Così abbiamo avuto Wings of Liberty per i Terran, Heart of the Swarm nel 2013 per gli Zerg ed infine Legacy of the Void per i Protoss. 5 anni di attesa per finalmente assaporare il finale di questo secondo capitolo. Leggi il seguito di questo post »

[EXPRESSO] Interstellar

interstellar

Togliamo subito questo di torno: non ho seguito tutta la pubblicità o visto materiale del/sul film prima dell’uscita, non mi sono informato prima perchè volevo semplicemente vedere il film, non mi aspettavo 2001: Odissea Nello Spazio (cosa che molti invece erano stati indotti ad aspettarsi), ed anche se sono innegabili i non pochi rimandi tematici e stilistici (che ci sono), non aspettatevi 2001 andando a vedere questo, Nolan non è Kubrick, e viceversa.

Detto ciò, Interstellar è un ottimo film di fantascienza, con visuali allo stesso tempo spettacolari e terrificanti, dei bei messaggi, personaggi interessanti (tra cui due robot dalla personalità molto azzeccata) ed una visione molto interessante del futuro dell’umanità, ha un cast superbo e valori di produzione altissimi. Ma dopo 2 atti semplicemente superbi in cui vi viene spiegato nel dettaglio ed in maniera davvero credibile (e se non è 100 % ) questo piano elaborato per cercare un nuovo pianeta da far diventare la nuova casa della razza umana, il film inizia lentamente a rotolare su sé stesso, con troppo convenienti plot twist e scene inutili alla narrativa principale che servono solo a rallentare il film. E tutta questa accurata e/o credibile scienza incomincia a diventare qualunque cosa lo script voglia, creando convenienti soluzioni di sceneggiatura per qualsiasi cosa succeda (torna più o meno tutto però), magari legati a momenti od eventi già intuiti dal pubblico, con un finale interessante ma un po’ troppo buonista. Ed alcune battute…. non sono eccelse, diciamo.

Nonostante questi problemi che sarebbe semplicemente sbagliato “spazzare sotto il tappeto” perchè davvero peggiorano l’intera esperienza, Interstellar è un ottimo film di fantascienza di serie A che merita davvero di essere visto ma è purtroppo innegabilmente piagato dalle solite puttanate pseudoromantiche e iperbuoniste del cinema americano hollywoodiano che sembrano saper sopravvivere anche ai wormhole.

expresso icona

Platformation #2

Bentornati, ed eccoci al secondo numero di quella che spero sarà una rubrica prolifica. 😀 Anche oggi parliamo di un titolo abbastanza misconosciuto (non preoccupatevi, tratterò anche di platform più noti e meno oscuri, ma se c’è modo preferisco dare spazio a titoli meno conosciuti, invece di fare un intero numero su titoli su cui si è già detto tutto e di più…… per dire, vorreste davvero un intero numero della rubrica sull’originale Super Mario Bros. per NES?), Fractured Soul per 3DS, un titolo che in realtà non è nuovo, ma è un progetto per DS annunciato 3-4 anni fa e riemerso dal nulla, sotto forma di titolo scaricabile dall’ e-Shop del Nintendo 3DS nel settembre dell’anno scorso. Una vera sorpresa, perchè mi ricordo l’annuncio di questo particolare platform, ma anche che dopo qualche news, il titolo scivolò nell’oblio dei progetti dimenticati e mai andati in porto… almeno in apparenza.

Leggi il seguito di questo post »