[EXPRESSO] Baywatch (2017)

Baywatch 2017 locandina

Giusto per essere chiari, di Baywatch so solo che aveva nel cast Pamela Anderson e David “The Hoff” Hasselhoff (che sì, appaiono qua in brevi cammei), e so della corsa al rallentatore. La mia conoscenza della serie TV originale è superficialissima, di fatto non l’ho mai vista davvero.

Ok? Proseguiamo.

Questo Baywatch è su una squadra di bagnini capitanata da Dwayne Johnson, il super boss della spiaggia, amico di tutti, paladino dei bagnanti, si ritrova nell’organico Zac Efron che fa lo stronzetto supponente, e cerca di indagare con la sua squadra su un giro di droga sulla spiaggia. Ovviamente la ricca donna che sembra cattiva e voler controllare tutti i terreni del lido non c’entra nulla con il suddetto giro di droga ed omicidi di personaggi importanti ritrovati sulla spiaggia.

Francamente l’intera sottotrama del giro di droga sembra esistere solo per allungare il tutto a 2 ore scarse (perchè sì), per dare del conflitto extra alla trama, ed avere un climax completamente fuori tono con il resto del film, non che importi visto che i cattivi sono stati sconfitti, yippe kay etc.. È esattamente quello che sembra, un film con Dwayne Johnson ( il nuovo genere emergente, di fatto), con un cast che è semplicemente perfetto e che chiaramente ci mette molta energia nel ruolo.

Il che aiuta vista l’altalenante qualità delle gag, con alcune molto cazzone ma divertenti, ed altre stantie come il nerd che non riesce a parlare quando la ragazza che gli piace gli rivolge la parola, od altre come l’indicare che alcuni personaggi corrano al rallentatore… più volte.

Nel bene e nel male è esattamente quello che vi potevate aspettare e probabilmente quello che volevate.

Mediocre, ma assolutamente guardabile e godibile, anche se avrebbe beneficiato di una durata più corta e nessuna stupida sottotrama della droga.

americano icona

[EXPRESSO] Cattivi Vicini 2 (2016)

cattivi vicini 2 locandina

Seguendo quella che potrei definire una “sorta di tradizione”, parlerò ancora una volta di un seguito di un film comico di cui non ho visto i precedenti. E per quanto ormai a forza di dirlo perda significato, non lo faccio apposta, non pianifico queste recensioni “senza passar dal via”.

Non che la trama richieda molta spiegazione: dei genitori scapestrati voglio vendere la casa, ma per cause contrattuali devono aspettare un mese prima che i compratori diano conferma all’affare.

Il problema è che nella casa accanto delle teenager,stufe delle normali feste debosciate di fratellanza, voglio creare una sorellanza in cui poter fare festa senza essere trattate come troie, e sono disposte a fare di tutto pur di riuscire nell’impresa, ma anche i genitori che vivono accanto non vogliono assolutamente che il loro affare vada a fumo per via del casino generato dalla sorellanza della porta accanto.

E quindi è inevitabilmente guerra senza riserve tra gli “anziani” e la sorellanza, che cercano di sabotarsi a vicenda usando qualsiasi trucco sporco, anche arrivando ad improvvisare piani assurdi che vedono Zac Efron ballare sensualmente.

Solitamente questo tipo di commedia su college e confraternite americane, con un tono assolutamente irrivirente ed uno stile esagerato, ecco, di solito non mi esalta, ma in questo caso ho trovato uno stile esagerato ed estremo ma allo stesso tempo intelligente a modo suo, nel sapere fino a che punto spingersi per avere scene esilaranti e dai tempi comici perfetti, oltre che ad un po’ di humour verbale e brevi momenti di un respiro prima rituffarsi nell’assurdità.

Ha anche un finale in cui si risolvono i problemi di entrambe le parti che non sembra caduto per grazia e comodità di script, ma che il film si guadagna ampiamente.

Per ora la miglior commedia che ho visto quest’anno.

Esilarante, straconsigliato davvero!

java icona