PLATFORMATION #18: Sonic And The Secret Rings

sonic and the secret rings

In questa occasione, ho deciso di non informarmi troppo sul gioco: sapevo che non era uno dei più odiati della serie, che era essenzialmente su Le Mille Ed Una Notte a livello di storia e look, e che era uno dei primi titoli Wii.

E non altro. Il che mi é bastato come motivo, assieme ad averlo pagato 4 euro.

Beh, una storia insulsa dal Sonic Team che poi mischierà Camelot assieme al suo riccio blu me la aspettavo, ed infatti accade con The Black Knight, uno pseudo seguito di questo. Mi chiedo se pensassero di distinguersi facendo roba del genere, quando era meglio evitare almeno lo strazio dei dialoghi parlati al giocatore. Specialmente quando Ali Baba/Tails (sì, i personaggi di Sonic sono resi personaggi delle storie di Le Mille Ed Una Notte, evviva!) parla.

É il resto che mi ha preso di sorpresa. Pensavo fosse un Sonic 3D stile Adventure più lineare, il che non sarebbe una definizione sbagliata, se non fosse un endless runner anti-litteram.

Davvero, già dal fatto che il tutto é strutturato in brevi missioni (100 in totale), e c’è pure un sistema di livelli (con aumento dei ring e punti abilità massima ad ogni level up) ed esperienza che sembra lì…..perché sì. Ottenete punti abilità da spendere per potenziare un “ring abilità” tra i quattro selezionabili prima di una missione, ma non so che senso ha darvene 4, quando comunque ne usate solo uno alla volta, un gioco del genere non ha bisogno di load out personalizzabili.

So però che potete equipaggiare abilità passive come più ring ad inizio livello, più turbo, raccolta automatica di sfere punteggio passandogli vicine, e stronzate del genere.

sonic and the secret rings how to play

Il tutto si controlla via Wiimote tenuto in orizzontale, mosso lateralmente per muovere Sonic a destra e sinistra mentre sprinta in automatico, e con pulsanti per saltare e poi esibirvi nel tipico attacco aereo a ricerca comune ai Sonic 3D. E roba delirante come andare in retromarcia/moonwalking tenendo il controller rovesciato.

A dir la verità, Sonic ha molte mosse che può fare e sono rese disponibili dopo un certo punto, ma non cambia molto l’esperienza di gioco, è solo altra roba da sapere ed a cui badare con questo fastidioso sistema di controllo. E continuo a non capire come usare alcune mosse, che sembrano non funzionare proprio o fare l’opposto di quello che dovrebbero quando faccio quello che mi viene richiesto! O_O Almeno parecchie di queste mosse potete dimenticarvele perchè non servono mai, non che questo sia un punto a favore del gioco, anzi, ma è una magra consolazione.

E come potreste evincere da questa breve carrellata sui comandi, il sistema di controllo non é comodo od ottimale, ma a peggiorare la situazione ci sono pessime scelte di design, come il fatto che il salto non é istantaneo, ma va caricato premendo il pulsante per saltare ad un’altezza decente, il che é scomodo e male si incastra in uno pseudo-endless runner – in cui é essenziale mantenere un senso di velocità – il dover far accucciare e rallentare il personaggio per ogni salto.

E già nelle missioni tutorial é possibile vedere le fondamenta al Nesquik su cui si basa il gioco. E già neanche a metà di queste volevo che il gioco finisse.

sonic and the secret rings screenshot 2

“Can you feel the sunshine?”

Per quanto riguarda le missioni in sé, hanno obiettivi che variano dall’arrivare al traguardo, raccogliere tot. anelli, non rompere certi oggetti, gare a chi arriva prima e boss fight, assieme ad altre cose, ma è merda, con controlli pessimi e level design comunque di merda, con varietà ma comunque orribile e tediosa varietà per farvi correre nuovamente in quel livello/mondo, con stage lunghi e complessi ma non in senso buono, affatto; notare il fatto che vi serve un salto lungo e per farlo dovete tener premuto il pulsante del salto ogni volta, e per passare certi burroni dovete usare l’homing attack su più nemici in aria di fila, solo che per farlo dovete scuotere il wiimote ogni volta e l’homing attack ha una gittata assai patetica, quindi dovete essere perfetti, tediosamente perfetti.

E nel caso non foste convinti, nei livelli ci sono pure sezioni diciamo “stealth” in cui siete appiattiti al muro e dovete muovervi stile Solid Snake per evitare ostacoli o nemici come dinosauri che cercano di mozzicarvi da un apertura che dovete valicare per procedere. E ci sono momenti in cui credo dobbiate prendere un colpo e perdere anelli, se non è quello è un altro bug del gioco, perchè bug di collisioni o roba come Sonic che sprofonda attraverso rocce verso la sua morte ci sono.

E più il gioco introduce marchingegni, più gimmicky il tutto diventa, come il dover scuotere come un demente il wiimote per far alzare un vaso con ali, od il dover tirare il controller stile catapulta per le catapulte, sempre dovendo usare il wiimote orizzontale, stile NES.

Ma anche se il gioco usasse un normale sistema di controllo, non sarebbe molto meglio, visto che il gameplay di per sé è tutt’altro che ottimo, ed il level design è spesso assai bruttino, se non spesso idiota o frustrante. Ed i livelli variano dall’essere facili come quando avete un certo numero di nemici od oggetti da sconfiggere o raccattare, ed il livello va in loop finchè non avete completato l’obiettivo, ed altri in cui se fate un errore dovete rifare tutto da capo, come il dover evitare le anfore in lunghi livelli con un personaggio che si muove ad altà velocità e con controlli tutt’altro che perfetti ed immediatamente responsivi.

Sonic and the secret rings scorpion boss

Quel tipo di lunatico livello di difficoltà e fastidio, in cui a volte passate anche 10 minuti su una singola, piccolissima sezione perchè il gioco richiede fin troppa precisione nel fare qualche stronzata con i motion control o perchè richiede fin troppa perfezione (come quando dovete usare l’attacco a ricerca su barili nel mondo pirata per rimbalzare in aria e sperare che un ulteriore slancio vi faccia arrivare alla piattaforma successiva). Fortunatamente i checkpoint non sono orribili, altrimenti il tutto sarebbe assai peggio.

Il tutto con i problemi ormai notissimi della formula 3D di Sonic, come il dover memorizzare certe parti del livello visto che il gioco o va troppo veloce o la camera non vi segue abbastanza velocemente per permettervi di reagire in tempo a certi ostacoli, ed i molti loop e sezioni in cui Sonic è in autoplay per farvi vedere quant’è figo (ancor più per il setup di questo specifico titolo).

L’unica consolazione è che NON dovete finire tutte le missioni di un mondo per sbloccare il successivo, quindi procedete (almeno inizialmente) abbastanza spediti e potete pregustare già la fine di tutto a breve…. finchè il gioco non vi forza a giocare missioni apparse in vecchi mondi, e pensate di non dover pure battere i boss di ogni mondo? I boss di per sé non sono orribili, sono ok considerato il resto del gioco, nulla di impressionante, ma non sono tirati via come potevano.

Come dicevo sopra, era troppo bello pensare di poter vedere la fine in 4 ore. Non aiuta la assolutamente arbitraria progressione, visto che non c’è una chiara distinzione tra missioni che avanzano la storia o sbloccano nuovi mondi od altre, e quindi dovete andare a casaccio, giocandole a muzzo sperando che parta una cutscene, esaurendo le possibilità e dilungando di molta l’avventura.

Non è un caso esemplare di “missioni secondarie che secondarie non sono visto che comunque dovete farne parecchie per procedere nella storia”, ma ci siamo vicini.

No, nessun bacio interspecie in questo titolo, ve lo dico subito.

No, nessun bacio interspecie in questo titolo, ve lo dico subito.

E francamente, già passata quella soglia oraria (delle 4 ore) incominciate anche a sentire una certa ripetitività, anche se il gioco introduce novità ad ogni mondo, per quanto dovete ritornare nei mondi e per il set-up pseudo endless runner di suo, e la sopraccitata varietà di merda. Ed è un gioco lungo, tipo mi ci sono volute 15 ore per finirlo, e non biasimo nessun recensore che non è arrivato in fondo, perchè non ne vale la pena. * scuote testa*

Oltre alla modalità storia c’è una modalità Party (giocabile con un massimo di 4 giocatori) con ben 40 minigiochi e strutturata a mò di mappa con attrazioni e cose del genere, e francamente la mia esperienza con la modalità non è andata oltre, visto che giocare minigiochi da party game da solo è triste e soprattutto noioso, e dubito ve ne freghi qualcosa comunque.

E la musica stile rock/pop/rap (a volte è un miscuglio che immaginavo pensassero sarebbe stato ganzo “per i’ ragazzi”) è orribile, quello o vaga tra l’orribile ed semplicemente imbarazzante, sempre però risultando ridicola, ed il doppiaggio nelle cutscene non è molto meglio, non che mi importi, visto che ho trovato la trama così stupida da saltarle quasi tutti i filmati.

Non che aiuti, perchè Sonic e il genio femmina che lo accompagna parlano e dicono cazzate, fanno osservazioni banalissime o vi imboccano aiuti fin troppo durante i livelli, non siamo ai livelli di demenza di Sonic Boom ma sono fastidiosi alla lunga questi dialoghi insulsi e di qualità submediocre.

Sonic and the secret rings party mode map

Non sono particolarmente puntiglioso od esigentissimo per quanto riguarda la colonna sonora in un videogioco, ma avrei quasi preferito avere la celeberrima “can you feel the sunshine” di Sonic R, il che dovrebbe darvi una buona idea delle atrocità musicali che vi subite qua. Se c’era un modo di migliorarle, bastava non avere testo, perchè la roba cantata in inglese É imbarazzante.

A livello tecnico è un buon risultato per un titolo di lancio Wii, le cutscene sono decenti ed il livello di produzione c’è, assieme ad alcuni bug di compenetrazioni notabili, ed alcuni bug come in certe bosse battle a volte capita che venite colpiti, con tanto di animazione e breve invulnerabilità a seguire, ma il contatore di ring non diminuisce come dovrebbe. Non è Sonic 2006, decisamente no, se vi serve da consolazione.

Commento Finale

Sonic ormai come serie non ha più dignità, e titoli come questo sono la dimostrazione che Sega e Sonic Team non sapessero più cosa fare con il porcospino blu, pronti ad accettare qualsiasi trend od idea bislacca uscita dall’ano dei designer, a prescindere da cosa ne avrebbe pensato il giocatore, senza pensare bene al risultato finale. E continuando a voler dare ai Sonic trame ridicole ed imbarazzanti con dimenticabili nemesi, con dialoghi e doppiaggio di altrettanta qualità.

Gli Anelli Segreti di suo è un esempio di come molti sviluppatori si sentissero in dovere di implementare l’uso del Wiimote in tremila modi a prescindere dalla comodità effettiva per il giocatore (sapete, quello che effettivamente avrebbe dovuto fare tremila gesti ridicoli con il controller), e non aiuta che anche con controlli normali, questo sarebbe a malapena mediocre, roba di bassa qualità comunque, ma con il sistema di controllo idiotico ed il coraggio di durare fin troppo per quanto realmente offra, è proprio un brutto titolo.

sonic and the secret rings flying stereotypes

Con i suoi momenti ma di troppo bassa qualità per consigliarlo se non ai sadistici fanboy del riccio… anzi, no, io ho pagato meno di 4 euro la mia copia e voglio comunque i miei soldi indietro. Ed il mio tempo, perchè sta robaccia non ha manco la buona creanza di durare solo 4 ore, magari.

E neanche a farlo apposta, se dovessi dargli un voto sulla familiare scala da 1 a 10, darei un 4.
Ho visto di peggio, ma come ormai ho imparato, frasi del genere significano davvero poco.

Passate oltre, non vi perderete niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: